SARONNO – Missione compiuta, ed in scioltezza, per l’Az Robur Saronno che dopo un avvio più equilibrato ha progressivamente preso il largo contro la Social Osa di Milano: gara di ritorno del primo turno di playoff chiusa dunque 84-69, con i saronnesi – che avevano vinto già all’andata – a superare il turno senza eccessivi patemi d’animo.

Si è giocato mercoledì sera al palazzetto dello sport del centro giovanile “Monsignor Ugo Ronchi” di via Colombo a Saronno, per la prima volta da tanto tempo (e nel rispetto delle attuali regole anti-covid) a porte aperte per il pubblico, con capienza limitata a 100 spettatori. Per quanto riguarda i singoli, ha segnato più di tutti De Capitani (19 punti) mentre fra i milanesi ne ha fatto 15 Bosa. Ai rimbalzi, migliore di tutti Marusic (7), fra i milanesi Barbisan (6); 4 gli assist del saronnese Tomba, Panaccione per Milano ne ha realizzati 3.

“Secondo tempo esplosivo e passaggio del turno in cassaforte! – così dai social della Robur commentano la vittoria – I ragazzi controllano nella prima parte e poi volano con 44 punti nei secondi venti minuti, quando l’aria si fa più rarefatta. Clamorosa partita di Francesco De Capitani con 19 punti (e 100% al tiro, 7/7 dal campo) miglior marcatore del match e mvp per acclamazione. Ci mettono il loro anche i veterani e in generale non manca nessuno, otto giocatori a disposizione e otto giocatori a segno.
La semifinale comincia in casa sabato 12 giugno con Romano di Lombardia, squadra ostica del girone A incontrata ai playoff già qualche stagione fa”.

(foto: una immagine della gara di andata dello scorso fine settimana a Milano quando un Saronno rimaneggiato si era imposto un po’ a fatica)

09062021

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.