SARONNO – Le descrizioni fornite dalle vittime e le immagini della videosorveglianza sono gli elementi che hanno permesso agli uomini del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia dei carabinieri di Saronno di identificare l’italiano e il marocchino che la sera di venerdì 3 dicembre hanno violentato una ragazza aggredendone un’altra che fortutamente è riuscita a scappare.

Le vittime entrambe 22enne hanno fornito una descrizione degli aggressori che i militari della compagnia di Saronno hanno ritrovato anche nelle immagini della videosorveglianza della stazione di Vedano Olona e in quelle delle linea ferroviaria Milano-Varese visto che la violenza si è consumata sul treno tra Tradate e Venegono Inferiore.

Sono stati proprio questi elementi che hanno permesso ai militari saronnesi di riconoscerli ieri notte durante un intervento. I due si trovavano in un’abitazione dove i carabinieri erano intervenuti in seguito alla chiamata di un vicino disturbato nel sonno dal fracasso.

Per i due sono al vaglio le accuse di violenza sessuale di gruppo, rapina ai danni della ragazza aggredita sul treno e un’accusa di aggressione per quanto avvenuto nella sala d’attesa dello scalo ferroviario.

“Le tempestive indagini avviate in seguito alla denuncia delle vittime – spiegano dalla Procura – da parte dalla Squadra Mobile di Varese per il primo episodio, e dai Carabinieri della Compagnia di Saronno per il secondo episodio, coordinati dal Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Varese, hanno consentito in tempi brevi di ricostruire gli episodi di violenza nei dettagli e di raccogliere elementi utili all’identificazione degli autori, riconosciuti dai Carabinieri in occasione di un intervento per altri fatti all’interno di un’abitazione privata la notte scorsa (segnalazione di un vicino disturbato da rumori e schiamazzi)”.

5 Commenti

  1. I Militari di via Manzoni vero fiore all’occhiello di Saronno, complimenti Ragazzi!

  2. telecamere su tutti i vagoni e guardia armata su tutti i treni.Certezza della pena e senza sconti .impensabile succedano queste cose.

Comments are closed.