SARONNO – “Ho avuto il piacere di partecipare alla serata “Chiacchiere Notturne” in Villa Gianetti. I giovani attori che hanno partecipato ai laboratori teatrali nell’ambito del progetto “Ready to Read” guidati dai docenti del Pav hanno dato vita ad un suggestivo spettacolo itinerante. Hanno letto brani tratti da romanzi scelti dagli stessi giovani attori: Il fantasma di Canterville e Il piccolo Principe per citarne alcuni… focalizzandosi sul tema della notte. Con l’aiuto di piccole lanterne hanno accompagnato il numeroso pubblico attraverso il giardino della Villa allietando i presenti con piccoli reading al chiaro di Luna”.

Inizia così l’intervento di Chiara Angaroni, presidente della commissione Cultura che racconta dell’appuntamento andato in scena ieri sera in Villa Gianetti.

“Credo che l’estate saronnese, dopo il Coro Hebel di domenica sera e la serata poetico teatrale di lunedì sera sia iniziata bene. Proporre un evento di teatro itinerante il lunedì sera credo sia stata una scommessa ben riuscita, un modo per avvicinare le persone ad una forma d’arte come quella del reading che fonde lettura e recitazione. Un modo per staccarsi dalla TV e assaporare qualcosa di diverso in città. La cornice di Villa Gianetti rimane sempre una location suggestiva che si presta ad ogni tipo di manifestazione”.

E conclude: “Ultimamente leggo che gli eventi proposti sono troppo “radical chic”. Non capisco la motivazione, in tutta onestà. Se penso al teatro, credo sia una delle forme d’arte più antiche, nata in epoca classica proprio per il popolo. E’ bello vedere un programma variegato per un pubblico eterogeneo, un programma che coinvolge le associazioni e le realtà cittadine”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

13 Commenti

  1. Airoldi c’è…. finalmente si parla di cultura!
    Saronno dovrebbe essere sempre così CULTURA CULTURA CULTURA e non capisco proprio chi la vuole come città dedita ai baccanali della sagra della salamelle o della notte bianca.
    Saronno diventerà grazie ad Airoldi un salotto culturale di tutto rispetto.
    Un sentito grazie al nostro sindaco.

  2. La cultura è il primo passo per combattere il degrado e l’ignoranza che si palesa ogni minuto.

  3. Grazie Sindaco, grazie Assessore Succi.
    Non ci si divide tra chi vuole questo e chi vuole quello.
    La cultura è inclusiva, è di tutti.

    • Sagre della salamella un corno! L’area feste serviva per ogni tipo di manifestazione pubblica che prevedesse un assembramento importante, attrezzata per ottemperare alle norme del 2017. È vero che finché Airoldi è sindaco il problema degli assembramenti non si pone, visto che al massimo si attraggono 40 persone (e si grida al record), ma un domani potrebbe far comodo

    • Ma quante sagre della salamella ci sono state a Saronno? Certo per voi radical chic sono meglio le manifestazioni dei telos.

  4. Grazie. Chi non apprezza non conosce. Ignora. È bello ritrovarsi dopo anni di chiusura.

Comments are closed.