SARONNO – “Quella di questa serata è una puntata zero, di un percorso di condivisione e informazione con la città per la città”. Così Mario Busnelli vicepresidente della Saronno Point ha aperto la serata dedicata  a “L’oncologia di oggi e di domani” organizzata da Saronno Point all’auditorium Aldo Moro per portare maggiore consapevolezza sulle metodologie di prevenzione delle malattie oncologiche e sulle nuove cure in studio.

Una serata che ha acceso i riflettori, dopo una giornata difficile per la vicenda dalla corruzione dell’obitorio, su una delle eccellenze dell’ospedale di Saronno.

Benchè oggi sia uscita la vicenda giudiziaria legata al caro estinto – ha spiegato con schiettezza ed energia Busnelli – non ne parleremo perchè non vogliamo dare voce alla vigliaccheria e alla negatività. Ci tengo però a ribadire una cosa: l’ospedale di Saronno non chiude. Anzi è in sviluppo. Si sta lavorando per costruire una nuova strada e qualcosa di bello. Le persone impegnate nella direzione generali e in Regione stanno lavorando per portare avanti il nostro ospedale”

“Sono amareggiato – ha detto Busnelli – per l’assenza di delegati del Comune in una serata dedicata alla salute. Sarebbe stato importante far capire quanto è importante la prevenzione e la cura di noi stessi. Come Saronno Point e cittadini siamo davvero amareggiati”

Protagonisti della serata Claudio Verusio, medico primario del reparto di oncologia dell’ospedale di Saronno, e Maria Marconi, psicologa del reparto di oncologia. Il primario del reparto di oncologia è stato protagonista di un’accorato intervento che ha ricordato come il tumore non debba essere visto come uno stigma sociale o con una sentenza di morte. Dati alla mano Verusio ha rimarcato l’importanza della prevenzione nella lotta di diversi tipi di tumori. Non solo Verusio ha riassunto con semplicità anche le principali tecniche di cura che rendono l’oncologia “uno dei settori dove si stanno facendo più progetti e con gran velocità”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

2 Commenti

  1. L’ospedale di Saronno deve tornare l’eccellenza di un tempo e il team del prof. Verusio é senz’altro una eccellenza, anche se é stato depotenziato.
    Una eccellenza é anche la Saronno Point.
    Però prima il caso della coppia di amanti (condannati in cassazione), poi il caso della della farmacista durante il periodo di emergenza covid, infine oggi il caso dell’obitorio: queste cose succedono perchè chi comanda é a Busto e non si cura dell’ospedale di Saronno.
    L’ospedale di Saronno deve tornare indipendente con dirigenti propri che ogni giorno si occupano attivamente dell’ospedale.
    ASST Vale Olona ha dimostrato da anni disinteresse per il nostro ospedale: Arici e Porfido, in quanto dirigenti apicali, devono trarre le conseguenze di questa sconfitta, loro e nostra.
    Bertolaso deve intervenire subito!

  2. L’ospedale di saronno va ceduto al gruppo Sandonato o al gruppo Humanitas. Così finirebbero i vari mangia mangia.

Comments are closed.