Home Cislago Paticella: “Lavorerò a testa bassa per Cislago mentre a Saronno… “

Paticella: “Lavorerò a testa bassa per Cislago mentre a Saronno… “

585
7

CISLAGO – Un tour del palazzo comunale per conoscere i dipendenti, una riunione con i colleghi di Giunta, un incontro con il delegato del consiglio comunale e tanti whatsapp di congratulazioni, sorpresa e in bocca al lupo. E’ stata questa la prima giornata del saronnese Fabio Paticella nominato assessore della Giunta Cartabia.

Paticella, com’è stata la prima giornata da assessore?
Intensa ma sicuramente produttiva. Del resto è questo quello che conto di fare: lavorare a testa bassa così da dimostrare concretamente, e in tempi brevi, il mio impegno per Cislago.

Com’è arrivato alla nomina?
E’ stato tutto rapido. E’ stata una scelta del sindaco Gianluigi Cartabia su proposta del provinciale di Forza Italia. Cislago e il gruppo della maggioranza, a partire dal primo cittadino, avevo avuto modo di conoscerli durante la campagna elettorale che ho seguito passo passo. Sarà interessante riprendere a cooperare per concretizzare il programma che ha conquistato i cislaghesi.

Qualcuno (ViviCislago) ha criticato il fatto che lei non sia cislaghese…
Posso capire che sia una novità e che susciti perplessità ma avrò modo di dissipare i dubbi col mio impegno.

Impegno che è già iniziato oggi?
Beh si ovviamente. Prima la firma della nomina, poi il giro del Municipio per conoscere il personale, che mi è apparso cordiale e molto disponibile.
Ho avuto un breve incontro gli altri membri della Giunta ed uno con il sindaco Cartabia e il consigliere di maggioranza Fagioli per gli ultimi aggiornamenti.

Altra critica riguarda la sua scarsa esperienza: è al suo debutto amministrativo e le due deleghe (Bilancio e Tributi) sono decisamente tecniche…
E’ vero è il mio primo incarico ma sono dieci anni che mi occupo di politica. Non sono digiuno di bilanci (anche pubblici) e sono pronto a affrontare le prossime scadenze concretizzando, per quanto di mia competenza, il programma elettorale dell’Amministrazione Cartabia.

Facciamo un passo indietro, per iniziare l’avventura cislaghese ha lasciato il coordinamento di Forza Italia Saronno… qualè la situazione degli azzurri nella città degli amaretti?
Sicuramente nettamente meglio di quella che avevo trovato nel 2014. Al mio insediamento c’era un gruppo che si era sfaldato al punto da avere più assenze che presenze all’assemblea cittadina. Adesso c’è un gruppo di giovani con voglia di fare e pronti ad impegnarsi e Agostino De Marco politico di lungo corso che ha le doti per guidarli

Lei da oggi amministra in una Giunta guidata da un sindaco leghista: vedremo un’assessore azzurro anche a Saronno?
Da ieri non è più a me che deve essere rivolta questa domanda, due settimane fa ho avuto modo leggere delle dichiarazioni del sindaco Fagioli che esclude un rimpasto e posso dire che fino a quando ero commissario cittadino non ci sono mai stati contatti in questo senso

7 COMMENTI

  1. Sono anni che Fabio fa politica, finalmente un incarico istituzionale. In bocca al lupo Fabio e congratulazioni.
    Speriamo Cislago non finisca commissariata.

  2. Laretta Comi alla fine ce l’ha fatta a piazzare il suo delfino, tutto sommato a Cislago non é nemmeno lontano da Saronno.

  3. Signora Giudici, le ho inviato un commento in cui non c’erano offese, non c’erano diffamazioni, non c’erano volgarità C’era una critica (penso ragionata e rigorosa) a quanto si è deciso a Cislago. Ebbene ad ora lei non ha ritenuto di pubblicarlo. Commento desaparecido. Che significa? Che sono meglio certi commenti un po’ volgarotti ma innocui piuttosto che quelli che invitano a riflettere? Crede in questo modo di mantenere la credibilità del suo giornale? Non sarebbe ora di finirla con le censure?

    • ….e guardi che chi scrive a) non è di Cislago b) non si è mai occupato di Cislago c) non appartiene ad alcuna forza politica d) è solo uno che ha letto il vostro giornale, ha un’idea alta della Politica e gli sono cadute le braccia nel leggere quanto là stava accadendo.

Comments are closed.