SARONNO – “Chiuso per il mancato rinnovo del contratto di locazione”: la scritta stampata su un foglio A4 è posizionata in bella mostra sulle finestre della struttura di proprietà comunale al centro dell’area verde tra lo stadio comunale e la piscina in fondo a via Biffi. La firma è Club House ed effettivamente il bar ristorante è chiuso ormai da qualche giorno.

La notizia era trapelata nelle ultime settimane quando il personale, con vivo rammarico aveva iniziato ad avvisare i clienti. Nessun commento da parte dei gestori che, per anni hanno tenuto viva la struttura punto di riferimento non solo per i momenti conviviali delle famiglie saronnesi ma anche per tante iniziative politiche e sociali.

Poche le certezze: una convenzione che scadeva in primavera prorogata fino a settembre ed una struttura che al momento è inutilizzata e vuota. Preoccupazione da parte degli utenti del parco e dei residenti: “Perdiamo comunque un punto di riferimento ed un presidio soprattutto in orario serale”. La speranza è che la struttura non resti troppo a lungo inutilizzata e non cada preda del degrado come capitato, ad esempio, al bar di villa Gianetti”.

10102017

15 COMMENTI

  1. Ci deve essere un’ottima ragione se il comune ha deciso di rinunciare ad un reddito certo come questo affito, che, come effetto collaterale, preservava una bellissima area parco dal degrado. Come cittadina ne chiedo ragione.

  2. Se chiude in maniera definitiva è un peccato così come lo è stato in passato per il tennis
    Speriamo che non sia vero

  3. ma io non capisco, intorno ci sono centri sportivi che funzionano alla grande… Turate, Ceriano, Origgio per non andare molto lontano… e qui si chiude il tennis… si chiude il locale pubblico…etc… ma a Saronno scappano tutti? Quale è il vero problema meglio andare pochi km in la quindi?

  4. Saronno è una città morta per scelta, vedi Telos, extracomunitari senza dimora, oggi il Sindaco sta facendo qualcosa di buono, ma ci vorranno anni prima che ritorni la voglia di venire ad abitare a Saronno, tutti se ne vanno per povertà di idee sia commerciali che di arredo urbano, tante volgarità negli anni passati sono state costruite senza alcun criterio , cosa che oggi si paga fortemente, c’era un bellissimo centro da mantenere, anche in questo caso lasciato andare per incapacità di gestione, i negozi chiudono perconseguenza, poi abbiamo troppi negozi uguali , tutti che vendono le stessi merci , gelaterie a iosa , poi la desertificazione totale. Alla sera Saronno chiude tutto, non ci sono bar, non c’è più vita per giovani e famiglie. Saronno non può vivere di processioni e qualche sparuta iniziativa di qualche associazione, insomma una città dormiente senza scosse importanti che non avrà futuro se per primi i suoi cittadini non si svegliano da un COMA persistente !!!!!

    • “oggi il Sindaco sta facendo qualcosa di buono”… ? E cosa, di grazia? A noi effettivamente sfugge… o il massimo (e unico) sforzo sarebbe la 3 Valli (corsa di cui, come visto, non frega poco o niente a nessuno?!?)

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome