Home Cronaca Strappati e imbrattati i manifesti del Pd. Licata scrive al Prefetto

Strappati e imbrattati i manifesti del Pd. Licata scrive al Prefetto

586
15

SARONNO – “Oltre al danno economico è veramente disdicevole che ci sia qualcuno in città che in maniera sembra scientifica, organizzata e programmata rovina e distrugge i manifesti altrui, E’ un comportamento tipico di chi non ha argomenti e prendersela con i manifesti è sinonimo di una pochezza disarmante”. E’ l’amaro commento di Francesco Licata, capogruppo del Pd, che ha segnalato alla polizia locale e al Prefetto Giorgio Zanzi i danneggiamenti effettuati ai manifesti elettorali appena affissi.

“Nella sera di venerdì 16 febbraio ci sono stati strappati alcuni manifesti elettorali relativi alle elezioni regionali in particolare in via Cattaneo e nei pressi della stazione. Uno è stato anche oggetto di imbrattamento. La sera del 19 febbraio alle 21 abbiamo cominciato ad attaccare nelle zone assegnateci i nostri manifesti elettorali, compresi quelli relativi alle elezioni di Camera e Senato. Alle 21.30 già 4 relativi alle regionali erano stati levati, sempre nella zona stazione e nella zona stadio (via Miola e via Cattaneo), ed alcuni altri strappati (via Milano). Il giorno successivo abbiamo notato come fossero stati rimossi altri nostri manifesti sia in via Varese che negli stalli adiacenti la scuola Aldo Moro in viale Santuario”.

“Questi spiacevoli episodi – chiosa Licata – non contribuiscono a mantenere disteso e sereno il clima che ci accompagna al rinnovo degli organi istituzionali. Auspico pertanto la massima vigilanza a prevenzione”

22022018

15 COMMENTI

  1. Ma con tutti i problemi che ha Saronno, questa dei manifesti elettorali non credo sia proprio una priorità, visto che la campagna elettorale viene svolta al 99% sui social e su internet come per esempio vedasi le pubblicità su questo giornale.

  2. Ma scrivi qualcosa su fagioli, sul vergognoso consiglio dell’altra sera, di politica locale, sull inettitudine degli assessori che dobbiamo sorbirci
    Non ste sciocchezze

    • Dunque facciamo un laghetto, io invece pretendo un’altro ponticello, alcuni conoscenti pretendono delle montagne, mentre altri una spiaggia.Che paese strano,mi è sfuggita un’altra frase però la decenza ha vinto.

  3. Ma proprio il Sig. Licata parla per una campagna elettorale serena e distesa…perchè non va da
    quei poveri dipendenti che ogni giorno vengono LICENZIATI e le loro aziende trasferite in altri paesi della UE (scandaloso).Probabilmente sono più importanti i manifesti…………….

    • 3 commenti su 5 che iniziano con “ma”. Il dubbio che siano della stessa mano viene. Detto ciò, posto che posso essere d’accordo che ci siano cose più importanti, non è il caso di scriverlo qualsiasi cosa scriva chiunque di destra o sinistra. Sennò lo scrivente può anche proporre lui gli argomenti visto che non ne va bene nessuno.

      • Tappiamoci la bocca e non scriviamo più, evviva la democrazia.
        I politici sono la casta intoccabbile, bravo doma vunch!

  4. Però il tempo per mandare in giro i vigili a controllare le firme dei cittadini lo si è trovato… far rispettare la legge, invece?!?

  5. Mi sembra che anche altri manifesti sono stati strappati.Abbiamo una bella fauna a saronno.

Comments are closed.