SARONNO – Grande apprensione sabato mattina per il 18enne investito davanti al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli. Il ragazzo stava attraversando la strada sulle strisce pedonali all’altezza dell’intersezione tra viale Santuario e via Varese quando, poco prima di mezzogiorno, è stato colpito dalla Citroen Picasso guidata da un 60enne saronnese. L’uomo si è fermato e con lui diversi passanti hanno soccorso il ragazzo. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del Sos di Uboldo. Il ragazzo lamentava diversi dolori ed è stato portato all’ospedale cittadino per i controlli del caso ma fortunatamente le sue condizioni non destano preoccupazione. Sul posto anche una pattuglia della polizia locale che ha provveduto ad effettuare i rilievi del caso che serviranno per accertare dinamica e responsabilità del sinistro.

Molti i passanti e i residenti che allarmati vedendo il ragazzo e la bici a terra sono rimasti sul posto fino al termine delle operazioni di soccorso per avere rassicurazioni sulle condizioni del 18enne. Il giovane di nazionalità marocchina è residente nella vicina Gerenzano.

21102018

6 COMMENTI

    • becero, tu c’eri? Se non sai cosa è successo, taci. il ragazzo era sulle strisce pedonali. Razzismo gratuito da imbecilli

      • “strisce pedonali” la parola magica. Pedone è uno che va a piedi, o il ragazzo aveva la bici a mano, oppure non era un pedone. Troppo spesso i ciclisti attraversano sulle zebre convinti di avere la precedenza. Manca l’educazione stradale e questo vale per tutti.
        Poi dispiace sempre, poteva andare a che peggio.

      • Sulle strisce pedonali si attraversa a piedi non in bici!!!! qui l’unico che doveva tacere eri tu!!! E il ragionamento di luciano vale indipendentemente dal fatto che fosse marocchino!!!!

  1. La domanda è una sola.
    Ma come mai l’unico articolo del codice della strada che rimane in mente a tutti è codesto divieto di valico in bici sulle strisce?
    Da ciclista passo spesso sulle strisce,anche perché molte volte è un passaggio obbligato dato dall’insensatezza delle piste ciclabili.
    Non do fisicamente fastidio a nessuno e sparisco più velocemente di un pedone.
    Ma muove all’indignazione dell’automobilista di turno che, ligio a questa norma, se ne sbatte allegramente di tutte le altre.
    Divieti non rispettati e tutti rigorosamente al telefono.
    Di investiti da automobili a Saronno ormai se ne vede uno al giorno, da biciclette quanti?
    Ma Santi numi, mi raccomando, non passate sulle strisce.
    Mi faccia il piacere.

  2. Se anche avesse attraversato in bici? L’automobilista ha fatto bene ad investirlo? La via varese è, purtroppo, interpretata come “grande arteria”! Troppo spesso le auto la percorrono a velocità sostenuta, gli automobilisti forse ignorano che è una zona piena di scuole e che ci sono attraversamenti non sempre troppo visibili. é necessario intervenire con dissuasori e rilevatori di velocità per evitare che ci siano incidenti e investimenti

Comments are closed.