SARONNO – Misterioso ritrovamento dietro la stazione dove automobilisti e residenti sono rimasti letteralmente senza parole quando, lunedì mattina, hanno notato a lato della carreggiata, la testa di un manichino in mezzo a resti di cibo accanto ad alcuni capi d’abbigliamento e a una borsa. Il tutto era stato posizionato nella stradina, parellela di via Varese che collega via Primo Maggio a via Legnanino.
Nonostante gli oggetti siano stati disposti in un angolo del piccolo parcheggio riservato ai dipendenti del supermercato la loro presenza non passa inosservata. Del resto anche il più assonnato dei pendolari resterebbe impressionato dalla vista di una testa, palesemente tolta ad un manichino, disposta in mezzo ad avanzi di cibo posizionati sull’asfalto. Accanto all’insolito banchetto anche una borsa nera, una camicia ed un maglioncino.
Qualcuno è anche sceso dall’auto per immortalare l’insolito ritrovamento che ha subito fatto pensare a riti satanici o animisti.
Già in passato, infatti, in città sono state ritrovate composizioni di cibo, sigarette e bottiglie posizionate vicino al cimitero della cassina Ferrara o di incroci particolarmente trafficate. Un’indagine aveva rilevato che si trattava di omaggi ai defunti di una religione animista del Sud America. In questa ultima versione l’aggiunta della testa di manichino rappresenta una novità decisamente inquietante.