michele castelliSARONNO – Michele Castelli “sgombera” l’ex macello e convoca gli occupanti attorno ad un tavolo: l’esponente del movimento Onda italiana condivide le posizioni dell’europarlamentare Lara Comi, che nei giorni scorsi ha chiesto al sindaco Luciano Porro di formare l’ordinanza di sgombero dello stabile comunale di via Don Monza, ed al contempo apre al dialogo con il Comitato dei senza casa, i cui attivisti hanno preso possesso dell’edificio da inizio novembre.

“Ho l’impressione che il sindaco Porro sia ostaggio di una parte della sua maggioranza di Centrosinistra, che gli lega le mani – dice Castelli – Eppure quello che deve fare lo sappiamo tutti, firmare questa “benedetta” ordinanza di sgombero. E’ il momento di passare ai fatti, c’è una situazione di illegalità che va sanata”.

Castelli però dice di “stimare” gli occupanti:”Ammiro la loro determinazione ed il loro impegno su una tematica civile tanto importante come quella della casa. Sono i loro metodi che non vanno bene, forse sono anche male informati. E’ per questo che mi piacerebbe riunirla attorno ad un tavolo per parlarne a quattrocchi. Il problema della casa e degli spazi aggregativi è una priorità anche a Saronno. Da parte mia c’era stata anche una proposta concreta, rivolta qualche anno fa all’Amministrazione comunale dell’allora sindaco Pierluigi Gilli, e cioè di realizzare degli alloggi pre-fabbricati, decorosi ma a bassissimo costo, su un’area della periferia”.

1 commento

  1. Ma chi o cosa rappresenta questo signore? Da alcune sue passate interviste emergeva netta la più totale non conoscenza della grammatica italiana…

Comments are closed.