Agostino (Tino) Fontana SARONNO – L’assessore ai Lavori pubblici Agostino Fontana svela il mistero del parco, situato all’estrema periferia di Saronno, tra via Cattaneo e via Parini, chiuso da tempo e inutilizzato.
Ad accendere i riflettori sulla situazione dell’area verde è stato Michele Castelli, leader del movimento civico Onda italiana.
“C’è un parco “arredato” con giochi, dallo scivolo alle altalene, dove l’erba viene tagliata regolarmente e i lampioni si accendono all’imbrunire che non può essere utilizzato perchè tutto il perimetro è chiuso da recinzioni di legno e di metallo chiuse da talmente tanto tempo che in alcuni punti sono arrugginite. E’ scandaloso che i bimbi giochino in mezzo al vicino parcheggio quando c’è un area gioca pronta e inutilizzabile”. Castelli aveva lanciato un appello chiedendo al sindaco Luciano Porro di fare un regalo di Natale ai piccoli saronnesi e alle famiglie del quartiere.

“Il problema è proprio che non è l’area verde non pronta – risponde l’assessore ai Lavori pubblici Agostino Fontana – deve ancora essere realizzata tutta la pavimentazione antichoc intorno ai giochi e per questo l’azienda non ha ancora consegnato il parco all’Amministrazione. Ovviamente abbiamo provveduto a sollecitare un intervento e i responsabili ci hanno garantito che il parco sarà ultimato entro il mese di aprile”.

1 commento

  1. Il problema è proprio che … leggendolo non mi scorre bene!
    Non è più semplice affermare : “L’area non è pronta, seppur manchi solo la pavimentazione antichoc”.
    Capisco comunque, che bisogna attenersi al “linguaggio politico”, nascondere sempre le magagne, far risplendere sempre il meglio.
    Per noi, lo choc, rimane in ogni caso, pavimentazione sì, pavientazione no.

Comments are closed.