luciano silighini SARONNO – Con una lunga lettera aperta Luciano Silighini risponde a Gianpaolo Ermolli, vicecoordinatore Pdl Varese, che l’aveva accusato di infangare il nome di Lara Comi solo per autopromuoversi.

Silighini, che auspica di essere all’ultimo capitolo di questa lunga querelle, ribadisce le proprie convinzioni ossia che la mancanza di candidati varesini alle politiche e alle regionali siano un chiaro sintomo dell’incapacità dell’europarlamentare di guidare il partito e risponde punto per punto a tutte le critiche mosse da Emolli.

Ecco il testo integrale.

“Rispondo a Ermolli vice coordinatore di Lara Comi e lo faccio ripetendo ancora che per me il discorso è chiuso. Guardo i fatti. Quanti candidati ha Varese eleggibili in lista della Camera? Quanti ne ha al Senato? Quanti consiglieri regionali ha possibilità di vedere eletti attualmente? Parliamo di Saronno la città dove vive la coordinatrice provinciale Comi? Esiste una sede del partito? Di che partito è il Sindaco di Saronno?
Mi sono semplicemente attenuto ai fatti e ho ribadito un mio parere in modo libero e tranquillo perché sono convinto che quando la nave affonda la colpa sia del capitano ed il buon capitano lo si vede col mare in tempesta non di bonaccia. La tempesta ha portato Saronno a sinistra nel 2008, nessun varesino in lista ed il buon capitano doveva far qualcosa credo no? Sede chiusa a Saronno a gennaio, nessun varesino in lista. Se il signor Ermolli è contento ben per lui.

Mi chiede se tengo tanto ad un pubblico dibattimento con lui per chiarirmi definitivamente le idee confuse che avrei? Bah io non tengo in modo particolare a fare un pubblico dibattimento con lui, ma mi sembra che sia lui che ci tenga. Non capisco..è un invito il suo? Magari le mie idee confuse mi impediscono di capirlo, ma se lo è va bene. Lo invito nella sede dei Promotori della libertà che apriamo a Saronno il 27 febbraio.L’indirizzo poi lo vedrà sul sito nazionale del Pdl, all’indirizzo www.pdl.it. Glielo suggerisco qui, visto che dichiara che io nulla ho a che fare col Pdl di Varese. Infatti. Ha ragione. Io sono iscritto al Pdl e come cittadino di Saronno sono legato al Pdl varesino di fatto, ma non di atto perchè non solo non hanno chiamato mai me da quando sono iscritto a Varese, ovvero dal 2010, ma nemmeno hanno chiamato alcuni Promotori della libertà come l’amico Paolo Olcese che a Varese è iscritto e ha pure dato con onore e spirito di servizio, disponibilità a riempire i posti di terza fascia della lista Pdl alla Camera e questo non perchè il Coordinamento provinciale abbia presentato il suo nome, ma solo perché ha dovuto presentarsi a Milano dal senatore Mantovani.

Ermolli dichiara una cosa che io stesso ammetto e anzi sottolineo. “La scelta dei candidati è stata condivisa all’unanimità dal direttivo provinciale”. Io non nego questo. Ovvio che il direttivo Provinciale guidato da Lara Comi, con dirigenti da lei nominati e scelti da lei approvi liste condivise con lei. Io dico che è solo grave che un candidato alle primarie Nazionali del partito per individuare il successore di Berlusconi, un candidato che accompagna poi la sua candidatura per la Camera da 18mila firme autenticate da un notaio della Repubblica Italiana veda la coordinatrice provinciale non presentare il suo nome al coordinatore regionale. Meno male che per conoscenza avevo dato la documentazione io stesso a Mantovani, ma ovvio senza supporto del provinciale era come non averlo fatto.

Per il resto, visto che non cerco di certo polemiche senza motivo, ho ritirato la mia candidatura al nazionale proprio perché non volevo apparire come una persona che cerca la candidatura per forza. Ermolli, deve imparare ad usare termini meno offensivi ed ingiuriosi ma questo verrà valutato nelle sedi più opportune. Per il resto deve anche imparare che io non ho certo bisogno di attaccare Lara Comi per avere pubblicità o notorietà. E magari visto che tanto vanta le attività sul territorio e lui è un esponente di livello del coordinamento di Lara Comi, magari aiutino gli operai della ditta chimica di Saronno che stanno rischiando il posto di lavoro.

Io di far polemiche con lui e soci sinceramente mi sono stancato. Saronno ha seri e gravi problemi, maggiori di queste discussioni inutili. Se è contento che Pdl Varese sia gestito così e che nessuno sia in Parlamento ormai da anni eccetto Comi che sta a Strasburgo, buon per lui. Si adoperi a far campagna elettorale per le Europee del prossimo anno, così almeno Lara Comi torna in Parlamento e potrà continuare a lavorare bene come ha fatto finora.”

17 Commenti

  1. Silighini di nuovo dà il meglio di sé : cerca la ribalta con Minetti , con il coordin attore provinciale …. con polemiche di bassa lega ….non sa più che fare …. è andato persino a pescare un certo Olcese di GENOVA mettendogli in bocca ” Anch’io escluso dall’invito .a Varese ..” ma …na NON ACCETTA IL CONFRONTO PUBBLICO … PERCHE’ teme forse che si apra il suo vaso di pandora ????

    • @Francesca non essendo iscritto non poteva , come lui ha pretesa, di essere convocato all’assemblea iscritti dove si sono condivise e approvate le candidature alla presenza del coordinatore regionale . Ma scusate ma chissenefrega se è iscritto o no al pdl ! Quello che dice NON è vero, punto e basta!
      La tua ignoranza è davvero profonda : COMi non solo è stata premiata come miglior parlamentare europea per merito e ha fatto LEGGI ….INFORMATI… ti disturba o non sei in grado di farlo .

    • Francesca, sarebbe stato utili per te non dire sciocchezze…ne hai infilata una dietro l’altra ; nn leggi neppure i giornali in merito alle nuove leggi approvate dalla nostra europarlamentare ????? che pena

    • Francesca ah ah ah ah ma queste leggi ricadono anche su di te come cittadina …e non te ne sei accorta …CASPITA …dove vivi …eppure ne fai uso tutti i giorni

  2. Genova, Milano, Parigi, Bruxelles, New York, ma che ce frega? Non “tifo” per nessuno ma da cittadino guardo ai fatti, che sono stati ben elencati da Silighini. Niente sede Pdl, nessuna rappresentanza in Regione, Camera o Senato; ed un Centrodestra capace di perdere due elezioni comunali di fila a Saronno. Avanti così!

    • Anonimus se non capisci o perlomeno intuisci la differenza di politica è un bel problema ..per te…ovviamente ……

  3. CARISSSSSSIMO Anonimus conosci le motivazioni della sede e chi ha deciso di chiuderla ????? e perché è stata chiusa??? A chi appartiene al PDL è molto chiaro , non lo è per chi non vi appartiene .
    Conosci le decisioni ….. le motivazioni…. il percorso effettuato per le candidature ..condiviso dagli iscritti ….. mai avvenuto nella provincia ..un iter così trasparente e democratico :Perché questo fenomeno non chiede conto al COORDINAMENTO NAZIONALE E REGIONALE DELLE DECISIONI prese per VA ? SAREBBE DAVVERO MOOOOOLTO INTERESSANTE

  4. prima di parlare che cosa devono fare gli altri FAI TU ……!!!!!!!!! armiamoci e partite …un classico .
    ” Ermolli, deve imparare ad usare termini meno offensivi ed ingiuriosi ma questo verrà valutato nelle sedi più opportune”
    Ottimo penso che Comi avrà molto materiale nei tuoi confronti

  5. Quoto:
    “Di che partito è il Sindaco di Saronno?”
    “quando la nave affonda la colpa sia del capitano ed il buon capitano lo si vede col mare in tempesta non di bonaccia. La tempesta ha portato Saronno a sinistra nel 2008”

    Il sindaco di Saronno è, come tutti i suoi predecessori, della Democrazia Cristiana e secondo me (pure io DC) è un bravo sindaco.

    La tempesta del PDL l’avevo già pubblicamente annunciata nel gennaio 2006.
    Ma Lara Comi non c’entra. Anzi… se allora ci fosse stata lei come coordinatrice provinciale anzichè un commissario, forse si sarebbe potuto salvare la situazione.
    All’epoca mi soprannominarono “Cassandra”.
    Oggi mi dicono che fui un profeta…

    Nel leggere queste diatribe in casa PDL, posso fare un’altra facile previsione:
    Il Dott. Luciano Porro sarà rieletto sindaco.

    … a meno che … Comi, Azzi e Mitrano, bevendo l’amaro calice, tornino a riprendere in mano la situazione saronnese.

    Carlo A. Mazzola

  6. @Carlo .Comi che tu stesso , se non ricordo male , hai fatto portavoce (correggi se sbaglio ) ha davvero i numeri , riconosciuti anche dalla sinistra e da molti altri . Concordo che la crisi del Pdl saronnese (diatribe interne fra maschi..) non siano certo ascrivilbili a Comi ( chi sa non può smentire , chi non sa apre la bocca per prendere aria ) .
    Penso la discussione non direi sia interna al Pdl in quanto il personaggio è di Promotori e sta cercando un posticino al sole ; se fosse del Pdl le questioni verrebbero risolte nelle sedi opportune neon sui giornali . E’ chiaro che il personaggio fa tutto da solo

    • Si Enrico, hai ragione.
      Le cose sono andate e stanno così.

      un cordiale saluto.

      Carlo A. Mazzola

  7. Comi scrive in un posto ” Buongiorno a tutti!!!
Vorrei porre termine alla questione:
L’ ufficio adesioni di Roma comunica che” il sign. Silinghini risultava iscritto al PDL solo Nell’ annualità 2009-2010.Non risultano ulteriori iscrizioni negli anni successivi ne tantomeno Nell’ anno in corso”.

    P.s.s. Cari amici, Ho una ” brutta abitudine” : prima di parlare mi informo perché non voglio dire il Falso!!!!

    Brava Comi

  8. Da quanto scrive questo Silighini è chiaro che non sa NULLA della storia del Pdl saronnese , NULLA , NULLA ….. fa solo un pessima figura : a Saroono conoscono tutti gli attori delle dispute !!!!!!
    no s NULLA e può solo inventare : le risate sonore dei cittadini sono tutte per lui

  9. Ciao amici, allora vi riepilogo poi come dice Silighini basta!!! Silighini era nei club Forza Italia dal 94 al 1996. Nel 1996 primo tesseramento nazionale di Forza Italia. Lui aderisce e resta fino alla fine del partito. Nel 2009 e 2010 si iscrive al PDL col primo tesseramento del partito. Nel 2011 non era in Italia e come ha dichiarato alla stampa fin dall’inizio non si è iscritto. Nel 2012 lui e altri suoi colleghi spostati da Genova a Varese (me compreso) attraverso il sito http://www.pdl.it abbiamo compilato il modulo d’adesione. Peccato che solo oggi abbiamo scoperto tramite il nazionale che iscriversi utilizzando il form online e versare 50 euro non corrisponde all’iscrizione, ma solo ad una specie di “donazione ” al partito, quindi l’ultima iscrizione esistita al PDL è quella del 2011 . Ben 2 anni fa. Qui si nota una carenza grave che spero il nazionale sistemi. Detto ciò non capisco il problema dove stia sinceramente. proprio non capisco.. Se il nazionale ha “tramutato” le iscrizioni online in donazioni…è un problema del nazionale. Non chiamare o avvisare di una riunione iscritti fino al penultimo anno sarebbe stato opportuno lo stesso, soprattutto perchè tra questi c’era un candidato alle primarie del partito, che svolge attività sul territorio di Saronno col Gruppo dei Promotori della libertà e che aveva presentato alla coordinatrice provinciale alcune iniziative che aveva gradito e soprattutto una candidatura correlata da firma. ma se ciò per voi va bene non ci sono problemi, ma ribadire che a nostro giudizio è grave è puramente lecito Ma ora basta davvero!!! per noi polemica chiusa e si va avanti sul territorio che ha problemi non certo bisogno di questo. Paolo

    • @PAOLO quanto esponi manifesta con chiarezza la debolezza e l’opacità di certe posizioni .
      -S. ha sempre dichiarato d’essere iscritto e da iscritto ha preteso di essere incluso nella assemblea degli iscritti ( come tu , del resto)

      – come tu confermi NON è iscritto .Ne consegue che Comi ha perfettamente ragione , nell’unica dichiarazione che ha fatto alla stampa : http://ilsaronno.it/?p=5259 a seguito delle innumerevoli di S. che ora dice basta.

      – Da iscritto Pdl, quale sono, in quell’assemblea la base degli ISCRITTI ha condiviso e deciso le candidature alla presenza del Regionale .

      – La tessera d’iscrizione , come a tutti , mi è puntualmente arrivata. Come mai voi non l’avevate e nonostante ciò non vi siete posti il problema ? All’atto dell’iscrizione viene dato un riscontro molto chiaro!!!!!

      -Le scuse stanno a zero : io non sapevo, io pensavo che …il fatto : NON E’ ISCRITTO

      – Ancora una volta S. parla , ma non ha il buonsenso di fare le accurate verifiche prima di esporsi: questo lo qualifica

      Aggiungo che ritengo indecoroso che, soprattutto in campagna elettorale uno che rappresenta un gruppetto all’interno del Pdl, che non ha MAI lavorato sul territorio usi la stampa per sparare a zero sul Partito e sui noi iscritti che volontariamente prestiamo la nostra opera e che non abbia maturato quella sensibilità almeno politica di utilizzare altri canali . Vergogna
      Questo non è un atteggiamento corretto e lo farò presente nelle sedi opportune

  10. Ma scusate ma chissenefrega se è iscritto o no al pdl ! Quello che dice è vero, punto e basta! Finalmente uno che dicee cose come stanno e a voi nn va bene lo stesso.. Non mi sembra che Lara Comi abbia fatto chissà cosa di buono! Può forse dare a noi saronnesi l orgoglio di avere un europarlamentare? Ma altre cose sinceramente zero! Proposte di legge al ppe? Quali? E cmq alla fine potevamo avere una rappresentanza di Saronno anche in parlamento anzi tre.. Lara Comi, silighini e azzi e invece così non avremo nessuno!!!!

Comments are closed.