carabinieri corso italiaSARONNO – Se ne andavano in giro in corso Italia con la carrozzina con il figlio neonato. Una tappa da Original Marines, un’altra da Bambissimi e la carrozzina era aumentata di “volume”, si era riempita di refurtiva. Giovani sposini, originari del Perù, di poco maggiorenni, alla fine si erano ritrovati nei guai quando un commerciante del centro aveva notato il loro atteggiamento sospetto ed aveva chiamato la polizia locale.

I fatti sono del 5 gennaio 2010, gli improvvisati ladruncoli erano stati denunciati a piede libero, nella carrozzina erano stati trovati svariati capi di abbigliamento ed anche ventisette ticket restaurant, che facevano parte di un lotto destinato ai dipendenti del supermercato Billa e che erano andati smarriti.

Al tribunale cittadino si è adesso concluso il processo -. con giudice Piera Bossi e pubblico ministero Lorenzo Gorla – nei confronti dei sudamericani, che sono stati condannati ad otto mesi di reclusione a testa, e 500 euro di multa cadauno, con pena sospesa ma solo per il ragazzo, in quanto incensurato. La sua compagna, che in passato aveva avuto altri guai con la legge, non ne ha potuto beneficiare.

10/02/13

3 Commenti

  1. Gli amanti della beneficenza non intervengono qui? Nessun caffè solidale? AH ops, ormai la risonanza mediatica è stata ottenuta, non c’è bisogno di sporcarsi ulteriormente le mani

    • Mi spieghi…con quale beneficenza si potrebbe intervenire se non regalando un cervello ad uno che scrive un commento del genere.
      Scriva il suo indirizzo così lo farò recapitare con pacco anonimo.

Comments are closed.