SARONNO – Più che una Notte bianca è stata una mezza notte bianca quella che sabato ha animato il centro di Saronno: a mezzanotte i lampi e i goccioloni che hanno iniziato a cadere hanno fatto scappare tutti i partecipanti. La pioggia poi non c’è stata ma in piazza sono tornati solo i giovani che hanno continuato la festa fino alle 2 quando, come da ordinanza è arrivato l’ordine di spegnere la musica.

Ma andiamo con ordine: la serata è iniziata alle 20 quando tutti i tavoli predisposti da bar e ristoranti hanno iniziato ad animarsi. Tanti proposte gastronomiche diversi, per i tutti i gusti e per tutte le tasche che hanno fatto registrare quasi ovunque il tutto esaurito.

Verso le 21 sono poi iniziati gli eventi: dalla sfilata di moda in via Monti ai trampolieri in corso Italia, dal rapper in piazza De Gasperi i saronnesi, ma anche le tante persone arrivate dai comuni limitrofi non si sono tirati indietro.

Fino alle 22 agli accessi della città si sono registrate code e rallentamenti: la decisione dei ragazzi del centro sociale Telos di chiudere via Milano a creato qualche problema a chi arrivando da fuori pensava di lasciare l’auto nell’autosilo di via Milano. Provvidenziale l’intervento della polizia locale che ha provveduto a indicare percorsi alternativi e a deviare il traffico anche se le rimostranze degli automobilisti sono state decisamente numerose e forti.

Dalle 23 il centro era decisamente gremito, nelle vie più strette,da via portici e via Monti, si faticava a passare tanto che molte persone hanno scelto di rimanere in piazza Libertà per le esibizioni delle scuole di danza.

A mezzanotte però il forte vento ha costretto a chiudere molti gazebo, soprattutto in piazza Libertà e i primi goccioloni ha spinto tutti a fare ritorno a casa.

Il temporale, solo poche gocce e vento, si è placato verso l’una quando sono tornati in piazza molti giovani e stranieri. C’è stato il tempo per uno spuntino di mezzanotte e anche qualche ballo poi la polizia locale ha fatto il giro del centro, alle 2, per far spegnere la musica.

Provvidenziale in questa fase la presenza dei carabinieri che hanno assicurato che tutti, anche coloro che avevano alzato un po’ troppo il gomito tornassero a casa senza problemi.

Alle 4 sono poi entrati in azione i mezzi dell’Econord che hanno ripulito l’intera città.

14072013