CARONNO PERTUSELLA – Si stanno preparando a presidiare la loro azienda anche questa sera e questa notte i lavoratori della Riva acciaio che dalle 8 di stamattina stanno protestando contro il sequestro dell’azienda che ha bloccato, dall’oggi al domani, la produzione.

Già nel pomeriggio sono arrivate le tende e i gazebo per permettere ad una delegazione di passare la notte davanti ai cancelli di via Bergamo. I blocchi a singhiozzo della Varesina sono proseguiti anche nel pomeriggio, soprattutto a partire dalle 17. A dare man forte ai lavoratori sono arrivati anche molti familiari, moglie, figli e persino nipotini dei lavoratori. E non sono mancate le visite di esponenti politici dal senatore Angelo Senaldi all’ex assessore provinciale Alessandro Fagioli con il consigliere comunale leghista Daniela Restelli.

La notizia della prossima apertura della cassa integrazione per tutti i lavoratori non ha soddisfatto i dipendenti del presidio caronnese che hanno ribadito di voler “solo che riprenda al più presto la produzione”.

Proprio per sottolineare la necessità di un intervento rapido hanno deciso di restare a passare la notte davanti all’azienda organizzandosi in turni.