SARONNO – A tutto campo i responsabili del Centro islamico di Saronno, che in un comunicato si soffermano sul problema della delinquenza in zona stazione, dove spesso si raggruppano extracomunitari. Al contempo, nell’ottica di assicurare la maggior trasparenza possibile, si soffermano anche sull’impegno per l’autofinanziamento che ha portato all’acquisizione della nuova sede di via Grieg.

via grieg (3)

Riguardo al problema della presenza di stranieri in zona stazione, talvolta protagonisti di risse, episodi di spaccio e ubriachezza molesta “siamo pienamente a conoscenza dei gravi fatti di cronaca saronnese che hanno visto recentemente protagonisti giovani nordafricani. Già da tempo, in collaborazione col sindaco Luciano Porro e con l’assessore Giuseppe Nigro, abbiamo intrapreso un’attività di sensibilizzazione affinché questi nostri connazionali tengano un comportamento più rispettoso in tutti i luoghi della città ed in particolare in stazione. Noi come Centro islamico non possiamo di certo sostituirci all’importante ruolo che svolgono le forze dell’ordine per garantire la sicurezza della città, un argomento che anche a noi sta molto a cuore. E’ indiscutibile che chiunque sia responsabile di atti di criminalità sia giustamente condannato o allontanato.

Sull’investimento compiuto per l’acquisto della nuova sede del centro islamico, in via Grieg “proprio in virtù del principio di trasparenza col quale il centro si vuole proporre, ci teniamo a chiarire che l’acquisto del centro culturale islamico di via Grieg è stato possibile grazie ai soli contributi dei fedeli musulmani raccolti nell’arco di circa sei anni. Per questo vorremmo ringraziare sentitamente tutti i nostri fratelli e le nostre sorelle che, attraverso le loro donazioni spontanee effettuate in base alle proprie possibilità, hanno permesso la realizzazione di questo centro”.

30092014

6 Commenti

  1. ë inutile sensibilizzare i vostri connazionali in zona stazione . Conoscono solo l arte del guadagno facile ed illecito

  2. non fidatevi….questa gente chiede prima la mano poi pretende il braccio. E come vedete, non parlano MAI di integrazione per non vogliono integrarsi.

  3. Complimenti! Solo sei anni per raccogliere una cifra di tuto rispetto , viste le dimensioni dell’immobile.
    Siete l’invidia di molte famiglie italiane, che si sobbarcano mutui eterni per molti meno metri quadri

    • Una parrocchia di medie dimensioni quella cifra le raccoglie in 6 mesi. Anche la ricchezza della Chiesa Cattolica è l’invidia di molte famiglie italiane.

Comments are closed.