08112014 fuga gas via bossi (5)SARONNO – Alle 16 la Saronno Servizi ha reso noto il completamento dei lavori nella conduttura di via Bossi con il relativo ritorno della rete idrica alla normalità. In sostanza nel giro di un’ora la pressione dovrebbe tornare quella di sempre ripristinando la fornitura in tutta la città. Nel frattempo continuano le proteste e le segnalazioni dei saronnesi senz’acqua ormai da tre ore. Presi d’assalto i centralini del Comune, della Saronno Servizi ma anche della polizia locale, dei carabinieri e persino il 118. Decine le attività ferme dai bar al ristoranti che sono corsi ai ripari facendo scorta di acqua anche per il pomeriggio.

L’acqua ha iniziato a mancare a partire dalle 13 quando per riuscire ad effettuare una riparazione in via Bossi, dove la rottura di una conduttura aveva provocato il cendimento dell’asfalto e quindi una perdita di gas per la rottura di un tubo, i tecnici della Saronno Servizi hanno bloccato alcuni pozzi abbassando la pressione del sistema idrico cittadino. Il sindaco Luciano Porro al momento ha preferito non commentare lasciando la parola all’ex municipalizzata che ha fatto una nota ufficiale alle 14.15.

08112014

6 Commenti

  1. Comunicazione tardiva sul sito della Saronno Servizi e comunicazione totalmente assente sul sito ufficiale del comune di Saronno. Inoltre c’è da approfondire il sopralluogo di giovedì fatto dai tecnici (stando a quanto riporta la vostra testata) che non ha portato ad alcun riscontro. La notte successiva è emerso il problema gravissimo solo a seguito della segnalazione di un cittadino.

    • clap clap clap …mi hai tolto le parole di bocca! …magari adesso sarebbe auspicabile un intervento della Procura della Repubblica: quando si tratta di sicurezza ci si rivolge alla Questura, in questi casi che indaghi la magistratura!

  2. vorrei segnalare che il problema e stato segnalato alle 24:00 del 07/11 e solo alle 13.00 di oggi si e provveduto alla sistemazione , recando danni economici molto rilevanti per attività come bar , parrucchieri , lavanderie ecc… sarebbe bastato un avviso .
    Ma ora chi pagherà tutto il mancato guadagno di queste attività?

  3. Se leggi bene l’artico l’allarme da parte del cittadino è stato dato alle 3 di notte a pompieri, i quali hanno chiamato i tecnici della società del gas, che hanno iniziato i lavori di scavo.
    Quindi era necessario riparare prima la rottura del tubo del gas per la sicurezza di tutti.

Comments are closed.