PARABIAGO – Si è svolto domenica 16 novembre a Villa Corvini di Parabiago il Torneo di Subbuteo (l’ottava edizione per l’esattezza) organizzato dall’Old Subbuteo Club Longobardo “Roberto Garagnani”. Una giornata di pallido sole, dopo tanta brutta pioggia, ha raccolto 46 appassionati provenienti dalla Lombardia (dal saronnese, da Milano, da Lodi, dal varesotto, dal comasco e dal pavese), ma anche giocatori di Reggio Emilia, Bologna, Montecatini, Verona, Canton Ticino e Inghilterra.

I partecipanti sono stati divisi in gruppi da tre componenti e hanno sorteggiato una delle squadre partecipanti al Campionato italiano di calcio della stagione 1973-74. Al fischio d’inizio delle 9.30 su tutti i campi è calato il silenzio e a parlare è stato il gioco. Ma è bastato qualche minuto per permettere alla tensione di allentarsi e lasciare spazio alla usuale gogliardia scherzosa che caratterizza i ritrovi dell’Old Subbuteo. Al termine delle quindici giornate in programma, giocate alternativamente dai componenti di ogni squadra, a vincere il campionato è stato il Milan (dei giocatori QPR, Dado67 e IlPiero), che ha preceduto di un solo punto il Bologna e di due punti l’Inter. Retrocesse, tutte con onore, Fiorentina, Cesena e Foggia. Si è disputata anche la Coppa Italia a eliminazione diretta che ha visto trionfare il Genoa (di Ottiko, Arturosferruzza e Michele), che ha battuto 1-0 proprio il Milan. Verso le 18 si sono svolte le premiazioni finali che vedeva in palio premi offerti dalla ditta Top Spin (sue anche le squadre schierate in campo).

Al di là dei risultati (diversi da quelli reali che videro la Lazio diventare campione d’Italia e il Bologna vincere la Coppa), quello che conta è stata proprio la riunione tra appassionati, che hanno parlato e discusso tra loro, tifato per i compagni o spiegato le regole del gioco del Subbuteo (ideato dall’inglese Peter Adolph nel 1947) al numeroso pubblico presente a Villa Corvini. Da segnalare anche che per quasi tutta la giornata grandi e piccoli, tra chi è accorso per assistere al torneo, hanno sfruttato campi e squadre messe appositamente a loro disposizione per cimentarsi con colpi a punta di dito e segnare (o subire) qualche gol. Un Old Subbuteo che non solo diverte, ma unisce come dovrebbe fare ogni gioco e da cui dovrebbe prendere esempio, invece, lo sport. Un esempio, ma capitato più volte nel corso della giornata, è il fatto che i giocatori, tifosi di una certa squadra di calcio, si trovassero a utilizzare come miniature proprio gli avversari storici di quella squadra. Nulla gli ha impedito di divertirsi e di esultare, però, per una bella rete. Niente federazioni, niente sport, ma solo stare assieme giocando. Per chiunque voglia saperne di più, magari riscoprendo il gioco che li appassionava da ragazzi, c’è il forum dell’Old Subbuteo all’indirizzo oldsubbuteo.forumfree.it o il portale oldsubbuteo.it.

19112014

1 commento

  1. Chiedo a IlSaronno o all’autore dell’articolo, se possibile, di sapere i nomi dei saronnesi che hanno partecipato all’evento, sarebbe bello contattarli per organizzare un torneo anche a Saronno, penso che gli appassionati del luogo siano tantissimi…

Comments are closed.