09052014 giudice di pace erminio venuto + matteo bottari  (1)SARONNO – “Si sta ufficialmente concludendo questa vicenda: dal primo febbraio il giudice di pace non sarà più a Saronno”. Così il sindaco Luciano Porro ha risposto questa mattina alla domanda sulla situazione del servizio a cui l’Amministrazione con i comuni di Caronno Pertusella, Gerenzano e Cislago ha rinunciato per non sostenere costi preventivati in 120 mila euro l’anno.

“Proprio stamattina ho ricevuto una missiva del presidente del tribunale che chiede la collaborazione di tutti i comuni affinchè a febbraio possa partire a pieno regime la sede del giudice di pace di Gallarate dove sarano celebrati anche i processi di Saronno”.

Una collaborazione che non richiederà il contributo economico del comune di Saronno:”Prima di dare la nostra disponibilità – ha chiarito il sindaco – ci siamo accertati che non ci fossero costi da sostenere per la nostra amministrazione”.
Quello che si chiede al Comune è di mettere a disposizione un dipendente (sarebbe il segretario comunale ma visto che il ruolo al momento è a scavalco sarà un dirigente con i necessari requisiti), che svolga il ruolo di segretario durante le udienze penali vista l’assenza di cancelliere: “Noi abbiamo già dato la massima disponibilità per tutto il periodo di transizione – ha sottolineato Porro – con il dirigente Mauro Gelmini che una volta ogni due settimane rende possibili con la propria presenza ed attività lo svolgimento delle udienze penali. Su richiesta del tribunale ci siamo detti disponibili a fornirlo anche per la fase di transizione dell’apertura a Gallarate. Il servizio del giudice di pace è gestito dal ministero che deve fornire il personale ma certo per una fase di necessità il sostegno dell’Amministrazione non può mancare”.

25112014

7 Commenti

  1. Che se lo paghi il comune di Gallarate, il segretario.
    Maledetti bustocchi e maledetti gallaratesi!

  2. Ma è ovvio che ci saranno dei costi. I casi sono due A) O a saronno non serve un segretario comunale (e quindi si paga per un dipendente inutile) oppure B) serve e quindi al suo posto il comune di saronno dovra’ assumere nuovo personale. Non è che ci voglia molto a capirlo… se levo un dipendente a saronno poi il suo lavoro dovrà’ pur farlo un nuovo dipendente

  3. Porro, ma li sai fare i conti? Lo sai cosa costa un dirigente? E questo sarebbe un risparmio, oltre al disagio e ai costi per i saronnesi? Lo fate per far cassa con le multe che se anche ingiuste e sbagliate nessuno avrà la convenienza di contestare? Mi brucerei la mano che ha messo la croce sul tuo nome. Che cazzata che ho fatto.

  4. IMBARAZZANTE!
    il problema non sono i soldi che il comune non spende (in realtà son stati spesi e ne spenderà)
    il problema sono i soldi che noi utenti andremo a spendere per usufruire di un servizio a GALLARATE!!!!!
    VERGOGNA

  5. Signori.. tutti contro le tasse, tutti a favore dei tagli alla spesa pubblica.. questi sono i risultati: per andare davanti al giudice di pace prendi la tua bella macchinina, fai il tuo bel pieno di benzina, paghi la tua autostradina e vai a Gallarate!!!!

    Qui Porro c’entra ben poco cari miei.. questo è il modello di società che vogliamo e ne paghiamo le conseguenze!!!

    In cambio ci faranno guadagnare 35 minuti per arrivare a Lione, ci permetteranno di sorvolare lo stretto di messina sopra un magnifico ponte e risolveranno il problema dell’insicurezza delle nostre città con una dozzina di caccia bombardieri F35.

    Che dire… Grazie a tutti!!!!

  6. Quanto costa il tempo che il dirigente Gelmini dovrà dedicare a questa causa? Non sarebbe stato più semplice lasciare a Saronno il Giudice di Pace e mettere come segretario un dipendente, che tra l’altro ha fatto uno specifico corso per essere in grado di svolgere questa mansione? Ma perchè l’aministrazione Porro non comunica cifre che ci possano far capire i sistemi di scelta? Pazzesco, andare a Gallarate quando avevamo il Giudice…in casa!

Comments are closed.