Paolo lazzaroni panettone andinaSARONNO – Il panettone “made in Saronno” sulle tavole di 65 paesi nel mondo. E’ lo straordinario risultato raggiunto dalla Paolo Lazzaroni & Figli, azienda che ha sede in città in via Gorizia, durante le ultime festività.

Con l’apertura dei mercati di Filippine, Macedonia ed Etiopia, il Natale “Chiostro di Saronno” della Paolo Lazzaroni & Figli arriva con i suoi panettoni in 65 paesi. In particolare ha riscosso notevole successo la linea “Andina” lanciata quest’anno, in onore del ramo della nonna materna della famiglia Lazzaroni. Nonna Augusta Lazzaroni Andina (moglie di Mario), è stato per la famiglia e per Saronno un personaggio straordinario.

La Paolo Lazzaroni & Figli, con sede in Saronno e di proprietà della Famiglia Lazzaroni (per chiarezza, una volta la famiglia possedeva due società poi ha ceduto la D. Lazzaroni & C , che non ha più nulla a che fare con la famiglia o con Saronno avendo trasferito la produzione in Sud Italia mentre ha sempre tenuto la Paolo Lazzaroni & Figli), è oggi un’azienda leader all’estero per le Specialità italiane nel canale Departnment Stores (dove compete con nomi quali Dean & Deluca, Harrods, Galleries Lafayette, etc),  e dettaglio specializzato, proponendo una gamma di liquori a marchio “Lazzaroni” e specialità dolciarie a marchio “Chiostro di Saronno” . La società esporta per l’87% ed è ormai diventato un  brand riconosciuto nei 5 continenti.

Nel campo dolciario l’attività è equamente suddivisa fra biscotti , la cui bandiera è rappresentata dai  famosi Amaretti  Chiostro di Saronno, esportati in tutto il mondo ed oggi leader in questa nicchia e panettoni, di cui l’azienda offre un’ampia gamma, ed è particolarmente rinomata per  le eleganti confezioni in lattina di metallo.

Nel campo liquoristico offre una gamma di liquori classici italiani, dei quali la bandiera è rappresentata dal liquore Amaretto Lazzaroni 1851, cui si affiancano altri liquori classici (quali sambuca, assenzio), liquori alla frutta (limoncello, nocino, fragolino, mirtillo), amari, grappe e altri liquori.

05012014

3 Commenti

  1. basta che non decidano di venire a vedere la cittá….prenderebbero una terribile delusione nel vedere come é mal ridotta.

  2. @Sgorbatt: La Lega e CL sono quelli che stanno facendo morire l’ospedale di Saronno per non accorpare gli ospedali di Busto Arsizio e Gallarate, peraltro non lontani dal nuovo ospedale di Legnano.

Comments are closed.