stefano sportelliSARONNO – Disco verde, ieri sera al consiglio comunale svoltosi alla sala “Vanelli” di piazza Santuario, del regolamento edilizio e relativo allegato energetico.”Passo fondamentale per il costruire e ricostruire sul suolo cittadino” rileva L’Italia dei valori.

Ospitiamo, integralmente, l’intervento del consigliere comunale Idv, Stefano Sportelli.

Finalmente è stata votata l’adozione dell'”allegato energetico ambientale” che diventerà parte integrante del Regolamento edilizio comunale, passo fondamentale per influenzare il modo di costruire o ricostruire sul suolo cittadino.

Tutto era iniziato cinque anni fa, nella sede dell’Italia dei valori saronnese, quando ci organizzammo in un gruppo di lavoro indirizzato a studiare a fondo l’argomento e a confrontare ciò che altre città avevano già fatto nei loro Regolamenti edilizi. Non eravamo tecnici ma certo eravamo fortemente determinati a migliorare le norme che regolano l’edilizia locale, sotto l’aspetto ambientale e attraverso accorgimenti utili a limitare il consumo energetico delle abitazioni.

Consegnammo all’assessore Giuseppe Campilongo il nostro elaborato e iniziò il lungo percorso che coinvolse gli uffici tecnici del Comune e altri consiglieri comunali con conoscenze specifiche sugli argomenti trattati.
L’allegato energetico prevede le caratteristiche minime che gli edifici privati e pubblici dovranno avere per limitare il loro impatto sull’ambiente e sulla salute dei cittadini. Queste norme si applicheranno alle nuove costruzioni e alle ristrutturazioni, alcune saranno obbligatorie e altre facoltative ma soggette a incentivazione.

Alcuni degli aspetti che vengono inclusi in questo allegato energetico sono: L’isolamento termico degli edifici; Lo sfruttamento dell’illuminazione naturale attraverso un corretto orientamento del costruito; L’utilizzo di materiali riciclati e locali; l’efficienza degli impianti di calore e di ventilazione negli appartamenti; l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, come impianti solari termici e fotovoltaici; l’applicazione di sistemi utili a limitare lo spreco di acqua potabile e il recupero delle acque piovane per l’irrigazione del verde pertinenziale.

Il percorso che ha portato all’adozione nell’ultimo consiglio comunale di questo allegato al Regolamento edilizio è stato lungo e sicuramente non facile vista la complessità dei tanti argomenti trattati e non vogliamo dimenticarci quindi di ringraziare per il grande impegno del gruppo di lavoro Idv, dell’assessore Campilongo, del consigliere Mario Paleardi e degli uffici comunali. Mi sarei aspettato un voto unanime in consiglio comunale ma purtroppo le opposizioni hanno preferito il voto politico contrario o di astensione a un voto utile per i cittadini. Poco male, l’importante è che questo regolamento permetterà di avere in futuro abitazioni con un impatto ambientale sempre più ridotto e un minor fabbisogno di energia primaria.

Stefano Sportelli
Consigliere comunale Italia dei valori Saronno

24032015

3 Commenti

  1. Interessante, mi piacerebbe saperne di più. Si parla ancge di serre bioclimatiche (una ‘variante’ a miglioramento energetico della veranda tradizionale)..?

  2. Si parla anche di serre bioclimatiche. A breve verrà fatto mettere sul sito del comune nel settore edilizia privata.

Comments are closed.