SARONNO – “La musica sacra russa attraverso cinque secoli”. E’ questo il tema del concerto del coro sinodale del Patriarcato di Mosca che, per la prima volta, si esibirà a Saronno, domenica 13 settembre (alle 21 nella chiesa prepositurale di San Pietro e Paolo di piazza Libertà 1) e replicato la sera successiva a Milano nella Basilica di Sant’Ambrogio. L’iniziativa, organizzata dall’associazione Conoscere Eurasia di Verona e The theologian charity foundation St. Gregory in collaborazione con la città di Saronno e con il sostegno di Fondazione Cariplo e Banca Intesa Russia, anticipa e rende omaggio alla visita che il Metropolita Hilarion Alfeev, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, farà alla città di Milano il 14 settembre.

La visita milanese del Metropolita prevede l’inaugurazione della mostra “La missione della Chiesa ortodossa russa nel mondo moderno” in Expo (alle 15), al padiglione della Russia; un’esposizione fotografica che evidenzia il compito della chiesa in una società pluralistica e secolare.
Dieci i brani eseguiti domenica sera dai 55 elementi del coro, fondato nel 1721 e rilanciato solo nel 1999 da Kirill I Patriarca di Mosca e di tutte le Russie, in un repertorio che comprenderà, tra gli altri, Cajkovskij, Rachmaninov, Cesnokov e alcune composizioni dello stesso Metropolita Hilarion. Il coro sarà diretto da Alexey Puzakov, proclamato artista emerito della Federazione russa nel 2009.

Martedì 15 settembre il Metropolita Hilarion si sposterà in Vaticano, dove è previsto l’incontro con Papa Francesco. L’ingresso al concerto è libero.

08092015