SFB_IMG_1458248305693ARONNO – L’annuncio è arrivato al termine del corteo contro lo sgombero di stamattina dell’ex centro per impiego ed è stato salutato da un lungo applauso e grida: il Telos dalle 18 ha già una nuova casa.

I ragazzi sono entrati nella villetta privata tra via Monte Generoso e via Ferilli che era stata occupata per un weekend qualche anno fa prima della notte bianca. Un’invasione nota come “piovra” per la quale si è già celebrato il processo che ha visto assolti tutti i giovani coinvolti dai reati di occupazione.

Al momento, alle 21 di giovedì sera, fuori dalla palazzina ci sono una trentina di ragazzi che hanno appeso uno striscione con lo slogan “nessuno sgombero senza risposta”.

Un secondo lenzuolo con la scritta a caratteri cubitali “telos occupato” è stato affisso sul tetto. Non è mancato l’annuncio su Facebook con un programma di appuntamenti per la giornata di domani venerdì 18 marzo dalla realizzazione di graffiti fino all’aperitivi.

20 Commenti

  1. Vorrei sprecare due parole fuori dal coro: quantomeno questi ragazzi hanno ancora la voglia di protestare, di farsi sentire di “difendere” quello che per loro è giusto (sottolineo “per loro”). La maggior parte di chi li critica si lamenta quotidianamente di mille cose (dall’aliquota dell’IMU alla zozzeria delle strade passando per tutte le altre lettere dell’alfabeto) ma a parte lamentarsi non fa assolutamente nulla o quasi (mi ci metto dentro anch’io, ovviamente)… ottenendo in cambio altrettanto (nulla)… per lamentarsi sempre più, e così via.

    Sbagliano, ovviamente: non pensiate che approvi il loro comportamento (con particolare riferimento agli imbrattamenti che si lasciano dietro) ma… sbagliano solo loro?
    …o sbaglia anche chi permette che uno stabile diventi un rudere fatiscente, anziché massacrare la proprietà di controlli da parte di ogni ente possibile ed immaginabile (ASL, VV.FF, etc…), di multe per ogni violazione accertata -e ce ne sarebbero a mucchi-, di tasse sulle proprietà senza regolare manutenzione e di incentivi all’abbattimento/bonifica (legiferate a livello regionale/statale, ovviamente), solo per citare qualche esempio..?

    “Stretta la foglia, larga la via. dite la vostra che io ho detto la mia!”

    • Personalmente continuo a discuterne il metodo, poi su quello che affermi riguardo agli stabili con me sfondi una porta aperta anche se non mi sembra quella la finalita delle loro azioni ma altro molto meno “nobile” e condivisibile

    • Io credo che per gl’immobili di proprieta’ privata si possa fare poco. Concordo pero’ con l’idea che sia intollerabile avere degl’immobili di proprieta’ pubblica lasciati alla deriva. Purtroppo in Italia non esiste programmazione sul lungo periodo, perche’ l’unico modo sarebbe: quest’anno ristrutturo quest’immobile, l’anno prossimo quell’altro e cosi’ via. No, qui da noi si spendono i soldi a pioggia per interventi parziali il piu’ delle volte insufficienti…
      L’occupazione non e’ la soluzione, pero’ mette in luce il problema…

    • potrà essere pure inutilizzata ma il proprietario ci paga imu … rifiuti .. ecc e Voi vorreste utilizzarla a spese sue? Buona Serata

      • Li paga, veramente?
        Comunque IO non voglio usare la proprietà di nessuno, non mi confonda con certi elementi. Desidero però vivere in una città pulita ed ordinata, senza dovermi angustiare per decine e decine di stabili fatiscenti con i relativi problemi annessi (dai topi alle occupazioni ai pericoli di crolli). io non propongo alcunché per utilizzare la proprietà altrui, propongo invece una serie di regole per tutelare la proprietà di tutti, questo è il mio pensiero (forse non espresso in maniera sufficientemente chiara).

  2. ma la logica del Telos è: se ho una bici in garage inutilzzata da un po’, me la prendono per usarla loro?
    è una visione estremamente efficiente del capitalismo: nessun oggetto va lasciato inutilzzato

    • Mi permetto di contraddirla. E’ una versione efficiente del comunismo. Il capitalismo efficiente vorrebbe che la mia bici si rompesse dopo qualche tempo, così ne comprerei una nuova. A prescindere se la uso oppure no.

  3. Fagioli sai che dico ? Mi sa che alle elezioni abbiamo toppato ..
    Qua ci vuole un Commissario ormai altro che sindaci..

    • Non ci vuole nessun commissario.. serve più libertà per i sindaci in ambito decisionale, e serve più tutela per i poliziotti che devono smettere di subire e devono poter essere liberi di riportare l’ordine in una bella città come Saronno CON OGNI MEZZO.
      Chi vive nel giusto non teme la polizia.
      Chi vive nel giusto sostiene la polizia.

  4. Questi vanno arrestati processati subito e sbattuti in galera. Bisogna chiedere i danni ai genitori…cosi la smetteranno una volta x tutte. Saronno tra telos e extracomunitari nn ne può piu. BASTA….BASTA….BASTA

    • E’ ben chiaro anche dall’articolo di chi sia la responsabilità dell’impossibilità di dare una soluzione: “per la quale si è già celebrato il processo che ha visto assolti tutti i giovani coinvolti dai reati di occupazione”

      L’unica risposta che può dare l’amministrazione è: “per ogni occupazione uno sgombro”, sino a che qualcuno che ha le leve per intervenire non rinsavisca.

      • buono lo sgombro, branzino no? E a che serve lo sgombero se tempo di bloccare la città e insozzare muri sono già in un altro stabile? Bisogna concedergli qualcosa per avere un po’ di pace

    • Se sono maggiorenni, i genitori non hanno nessuna responsabilità… Io sarà favorevole ai lavori socialmente utili: assistere i disabili alla Focris…. Forse imparerebbero qualche cosa.

  5. “Un’invasione nota come “piovra” per la quale si è già celebrato il processo che ha visto assolti tutti i giovani coinvolti dai reati di occupazione.”
    Ci dobbiamo arrendere ?
    Non conosco la sentenza ma dobbiamo dire grazie alla magistratura o ai legiferatori ?

Comments are closed.