SARONNO – Stamattina il personale della polizia locale con alcuni operai inviati dalla proprietà hanno provveduto a sigillare la palazzina dell’ex mutua di via Stampa Soncino. L’edificio era stato occupato dai ragazzi del centro sociale Telos mercoledì 14 dicembre in vista della tre giorni dedicati alle “manifestazioni contro le frontiere”.

Erano entrati avevano riattivato la fornitura di corrente elettrica ed affisso due striscioni sulla facciata. La palazzina, inutilizzata da dieci anni e in passato usata come sede per uffici e ambulatori dell’Asl e come provvisorio palazzo comunale, era tornata a vivere per 3 giorni. I ragazzi avevano allestito giacigli di fortuna con materassi di recupero e scaldato gli ambienti con stufette.

Negli ultimi giorni però il viavai nella palazzina era finito ed è sparito anche il maxi lucchetto con cui i giovani sigillavano la struttura. Così oggi alle prime ore del mattino oggi la polizia locale ha effettuato un sopralluogo dando il via libera all’intervento degli operai che hanno sigillato la palazzina nella speranza di scongiurare nuove occupazioni.

22122016

5 Commenti

  1. che tempismo perfetto…
    ora, finita la Kontestazione tutti a casina al calduccio da mamma e papà, i regali di natale, poi le meritate vacanze di fine anno e appena farà più caldo di nuovo in giro a okkupare delirare cazzeggiare insomma, il perfetto vademecum del figlio di papà: non lavorare, non studiare, farsi le canne e contestare il mondo!
    ma pagare questi …mai?

  2. Hanno autogestito lo sgombero!…senza volerlo hanno trovato il modo migliore per dare uno smacco al Comune dormiente.
    Più veloci loro ad andarsene che il Comune a sgomberare.

Comments are closed.