SARONNO – Addio a limitazioni di pubblico e spettatori al PalaDozio: l’Amministrazione comunale ha completato l’iter ottenendo finalmente la piena agibilità della struttura di via Biffi dove si disputano incontri di volley, atletica e tchoukball.

“Abbiamo ereditato questa situazione dalle precedenti amministrazioni, e ci abbiamo messo mano con impegno – rimarca l’assessore allo sport Gianpietro Guaglianone – la nostra attenzione nei confronti dello mondo dello sport, delle strutture a nostra disposizione e delle associazioni che ne usufruiscono è costante soprattutto sul fronte del rispetto delle regole. Abbiamo fatto in modo che il PalaDozio fosse a norma sotto tutti i punti di vista”.

Da qualche giorno, infatti, la struttura di via Biffi risponde perfettamente ai requisiti richiesti in termini di sicurezza. La certificazione di inizio attività (la cosiddetta scia) è stata presentata dal Comune di Saronno; le disposizioni di sicurezza sono precisamente rispettate, vale a dire lo sgombero da cose ed ostacoli sulle vie di fuga, la formazione delle persone addette alla sicurezza, la redazione di un piano di evacuazione e gestione delle emergenze e così via.

“Gli uffici ci hanno confermato che la struttura, fin dalla sua inaugurazione anni fa, non era mai stata a norma – commenta il sindaco Alessandro Fagioli – noi in questi ultimi mesi ci siamo impegnati per fare in modo che il palazzetto potesse rispondere all’adeguamento normativo richiesto. Ringrazio gli uffici comunali e i nostri tecnici per l’impegno che ci hanno messo, facendo in modo che la struttura potesse essere utilizzabile senza alcun problema”. E ancora: “Stiamo mettendo mano alle strutture sportive comunali, dopo il PalaDozio sarà la volta delle tribune dello stadio mentre assieme a Saronno Servizi si sta risolvendo anche in questo caso la problematica delle tribune della piscina”.

Allo stato attuale dunque il PalaDozio può ospitare 400 spettatori sulle tribune (numero limitato dal cono di visibilità), 100 spettatori in piedi in occasione delle manifestazioni di atletica leggera, 10 spettatori disabili per le manifestazioni di atletica a piano terra e 10 spettatori disabili per le manifestazioni basket e volley sempre a piano terra.

“I tecnici del comune – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Dario Lonardoni – sono stati esemplari, hanno in breve tempo posto rimedio a una situazione di incertezza che durava da anni. Il palazzetto è a norma secondo le normative vigenti, per permettere alle società che lo utilizzano di sfruttarne appieno le capacità”.

6 Commenti

  1. Si ma adesso mettete mano alle buche che ci sono nel piazzale per accedere alla scala che porta alle tribune altrimenti prima o poi qualcuno cade e si da male!

  2. I tecnici del comune non hanno previsto i bagni per il pubblico in tribuna…
    Ricordo che sono pagati per il lavoro che fanno e che se ci sono voluti tutti questi anni è anche merito loro.

  3. Non capisco come abbia potuto essere inaugurato, anni fa, senza essere a norma: la firma l’avevano messa gli stessi tecnici comunali che oggi hanno risolto il problema! Quindi oggi, più che bravi, sono stati furbi!

  4. L’illustrissimo l’aveva inaugurato e poi……
    E poi per fortuna e’ arrivata questa amministrazione! Bravo Gp!

Comments are closed.