SARONNO – Il Fbc Saronno non si ferma più e dopo gli acquisti degli ultimi giorni, ora è pronto a mettere a segno un nuovo colpo di mercato; sono infatti vicine alla positiva conclusione le trattative con un nome noto del calcio professionistico, il brasiliano Jeda, che sarebbe pronto ad accasarsi nella società biancoceleste del presidente Antonio Pilato e del direttore sportivo Roberto Corda.

Jedais Capucho Neves, e cioè Jeda, viene da una stagione in serie D nel Seregno ma vana un curriculum impressionante: ha 38 anni, è alto 1.76 ed è arrivato in Italia nel lontano 2000, e non se ne più andato militando soprattutto fra serie A e serie B, da Siena a Vicenza, da Palermo a Catania, da Piacenza a Crotone, Rimini e Cagliari, e negli ultimi anni anche nel Novara e nel Lecce. Tanta esperienza, che ora potrebbe mettere al servizio del Fbc Saronno in un campionato che non conosce ancora, come quello dell’Eccellenza lombarda. Con 69 reti all’attivo, vanta un record, quello di secondo miglior cannoniere stranieri della serie B allo spalle di Pablo Granoche. Il suo ruolo? Seconda punta ma è anche trequartista.

(foto Wikipedia)

19062017

18 Commenti

  1. ma mettiti in regola con i giocatori di qst anno, anzi con gli uomini che ti hanno portato alla salvezza !!!!

  2. Si ma va pagato…e coi soldi che darebbero a lui potrebbero pagarne 3 di qualità e più giovani…PIANIFICAZIONE

  3. Io conosco Jeda e un giocatore serio e porterà un Po di entusiasmo nel club nei ragazzi ma anche alla città saronno merita rispetto

  4. Ma che cazzo di entusiasm
    Rispetto per chi ci ha salvato il culo e devono ancora pagarli…
    Da tifoso dico che siamo ancora indietro

  5. Non capite come funziona il calcio e un bene avere un calciatore come lui da tifoso dico la societa ha fatto bene

  6. Era da anni che non arriva un big vero del calcio cosa parlate elencatemi un vero giocatore che è venuto a saronno dunque state zitti e muti

  7. Da intenditore di calcio devo dire oggi il calcio va fatto con gente seria mi spiace per saronno ma questi devono andarsene

Comments are closed.