SARONNO – Domenica 22 ottobre i cittadini lombardi sperimenteranno per la prima volta il voto in occasione del referendum regionale consultivo sull’autonomia. Per la prima volta ai seggi non ci saranno matite copiative e schede ma tablet.

Proprio i dispositivi per il voto, nel sono stati acquistati 24 mila, sono stati al centro di molte polemiche ma anche di diverse simulazioni per permettere agli elettori di familiarizzare con il funzionamento del touchscreen. Come quelli che ha organizzato il comitato per il Si a Saronno. Non stupisce quindi che stamattina molti saronnesi abbiano notato nell’atrio del Municipio due bancali con scatoloni della Smartmatic International Holding B.V., società olandese specializzata in e-voting che fornisce proprio i tablet per la consultazione elettorale.

Gli scatoloni sono rimasti nell’atrio del palazzo comunale di piazza Repubblica per poco meno di mezz’ora ma abbastanza perchè un lettore de ilSaronno immortalasse l’arrivo dei dispositivi che i saronnesi troveranno nella giornata di domenica in tutti i seggi.

18102017

4 Commenti

  1. Maroni si fa la campagna elettorale con i nostri soldi, con un referendum inutile, che non cambierà niente, chiedendo il “finto permesso plebiscito” di fare cose che DOVEVA fare appena eletto, e che non ha fatto. 55 milioni buttati nel cesso per una propaganda bugiarda.

  2. Vergognoso, semplicemente vergognoso. Ennesima ed indecente dimostrazione in salsa green di come sperperare denaro pubblico. Referendum inutile e populista destinato al totale fallimento…

Comments are closed.