SARONNO – Ha aperto i battenti oggi la nuova sede della continuità assistenziale (ex guardia medica) all’interno dell’ospedale di Saronno. Lasciata la storica sede in via Cesati all’interno della Fondazione Gianetti il servizio si trova nell’ex casa del cappellano ossia dietro al padiglione verde raggiungibile dall’esterno dal cancello situato in via Frua.

Le visite ambulatoriali sono ad accesso diretto fino alle 24 e per tutte le giornate festive e prefestive, mentre dalle 24 alle 8 della mattina successiva è necessario chiamare telefonicamente la sede della continuità assistenziale, prima di accedervi.

“I medici di continuità assistenziale – spiegano dall’Ats – sono equivalenti ai medici di assistenza primaria e ai pediatri di Famiglia, a loro ci si rivolge per le situazioni di malattia che non possono essere rinviate al proprio medico curante. Il medico che riceve la chiamata chiederà le generalità dell’assistito e del richiedente e raccoglierà indicazioni utili per identificare la problematica sanitaria e stabilire l’intervento più opportuno, ovvero offrire un consiglio telefonico, se la problematica sia così risolvibile, invitare il paziente a raggiungere la sede della continuità assistenziale per una valutazione ambulatoriale, effettuare la visita a domicilio, quando la malattia possa essere risolta a casa, attivare immediatamente il servizio di emergenza urgenza (112)”.

02072018