x

x

SARONNO – Ieri mattia a Varese si è tenuto l’incontro tra il prefetto Enrico Ricci e le delegazioni sindacali Cgil Funzione pubblica, Cisl Fp dei Laghi e Uil Flp in merito alla sicurezza degli ospedali e in particolare quella del presidio di Saronno

“Abbiamo apprezzato – spiega Daniele Ballabio Uil Flp – la convocazione in breve tempo della Prefettura. Abbiamo esposto le problematiche che investono da molto tempo le strutture ospedaliere in ordine alle questioni sociali e di sicurezza dei lavoratori, chiedendo il suo intervento per coinvolgere tutte le istituzioni, comprese le aziende socio sanitarie per ricercare soluzioni alla permanenza dei senzatetto e alle aggressioni verbali e fisiche nei confronti del personale medico, infermieristico e tecnico che, sempre con maggior frequenza, avvengono negli ospedali e nei pronto soccorso”.

A far scattare l’intervento proprio l’aggressione a colpi di pugni e schiaffi a carico di un infermiere da parte di un 55enne senzatetto avvenuta nel presidio di Saronno. Mentre grande clamore in città ha provocato l’aggressione verbale ai danni di una infermiera ad opera del figlio di una paziente. 
Il Prefetto ha convocato per mercoledì 12 settembre il comitato per l’ordine e la sicurezza, allargato alle direzioni delle aziende ospedaliere. “Speriamo – concludono dal sindacato – che con la sua regia si possa avere risposte concrete”.

3 Commenti

  1. Non c è bisogno di prendere in considerazione solo le aggressioni: anche i barboni che hanno preso L ospedale come rifugio non sono senza altro da meno. È comunque un ambiente sanitario!

  2. non capisco perché il mio commento non sia stato pubblicato, descriveva la mera realtà…

Comments are closed.

PROVA