SARONNO – Sabato 10 novembre in sala Consiliare Vanelli si è svolta la cerimonia di consegna dei diplomi in osteopatia Aimo e dei Bachelor of Science in Osteopathy Bcom, rilasciati dall’Accademia Italiana di Medicina Osteopatica Aimo di Saronno agli studenti che hanno completato il percorso di studi nell’anno accademico appena concluso, 2017-2018.

Sono stati oltre 70 i diplomi conferiti: 57 studenti hanno ricevuto il loro diploma in Osteopatia Aimo – 34 iscritti al corso di studi full time e 23 al corso part time. Sono stati consegnati anche 14 bachelor of science in osteopathy (Hons.), rilasciati da British school of osteopathic medicine (Bcom) di Londra.

Durante la serata, per il primo anno, sono stati assegnati anche 8 attestati di merito a studenti che si sono distinti nel corso dell’anno accademico concluso.

LA CERIMONIA
Alla serata hanno preso parte importanti personalità dal panorama osteopatico nazionale e internazionale: Charles Hunt, Vice-Chancelor di University College of Osteopathy (UCO), istituzione di grande prestigio e unica università di osteopatia in Europa, che dal 2017 valida il nuovo percorso di studi Full Time di Aimo; Paola Sciomachen, Presidente del Registro degli Osteopati d’Italia (ROI) e Carlo Broggini, Presidente dell’Associazione Professionale degli Osteopati (APO), in questi giorni impegnati al fianco del Ministero per definire l’iter che regolamenterà anche in Italia l’osteopatia, che con la Legge Lorenzin 3/2018 è stata individuata come professione sanitaria.

Presenti anche personalità dal Comune: Pierangela Vanzulli, vicesindaco, che si è detta “felice di partecipare alla serata”, ricordando inoltre come l’Accademia Italiana di Medicina Osteopatica rappresenti “un vero fiore all’occhiello per tutta la comunità e la città di Saronno”.

OSTEOPATI DEL FUTURO
Come di consueto, la cerimonia di consegna dei diplomi è per l’Accademia Italiana di Medicina Osteopatica, un’occasione di festa per gli studenti diplomati, ma anche un momento di bilanci e valutazioni. Il direttore di Aimo, Marco Giardino, congratulandosi con i neodiplomati, ha ricordato loro l’importanza della professione osteopatica, dedicata al prossimo e prima di tutto ai propri pazienti, “perché l’osteopatia è un bene di tutti e deve esser garantito a tutti”; Giardino ha voluto anche sottolineare come, grazie all’impegno e alla determinazione di tutto lo staff accademico, didattico e organizzativo, oggi il percorso di studi in osteopatia proposto in Aimo sia un “riferimento nel panorama accademico italiano ed europeo, sia per i contenuti trasmessi agli studenti, sia per il percorso di tirocinio clinico”.
Parole riprese anche dal rettore di Uco, Charles Hunt, che dicendosi onorato di essere presente alla Cerimonia, di fronte agli osteopati del futuro che potranno far crescere la professione nel mondo, ha aggiunto parole di elogio per l’Accademia di Osteopatia saronnese: “Il rapporto tra UCO e AIMO è in continua evoluzione. Siamo davvero impressionati dalla qualità di AIMO e dal costante impegno profuso per migliorare i processi accademici e formativi della vostra Accademia, che brilla anche per un grande spirito di squadra e capacità critica”; poi, rivolgendosi direttamente agli studenti, ha aggiunto: “potete star certi di aver compiuto il vostro percorso di studi in uno dei migliori istituti italiani di osteopatia”.