MILANO – “Quello che siamo capaci di fare è il risultato di ciò che siamo. In Lombardia guardiamo al futuro con persone competenti come i nuovi direttori generali nel campo della sanità lombarda. La cura non è solo medica, ma è far stare bene i cittadini e occuparsene a 360 gradi. Siamo fieri che il sistema sanitario lombardo sia da esempio per tutte le altre regioni e anche quest’anno il nostro impegno sarà massimo per potenziare un sistema che è già un’eccellenza”.

Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala all’incontro di presentazione dei nuovi direttori generali delle Asst lombarde davanti alla platea della Onlus Cancro Primo Aiuto a Monza, all’Hotel de la Ville. Presenti Silvano Casazza Ats Brianza, Mario Alparone Asst Monza , Nunzio Del Sorbo Asst Vimercate, Paolo Favini, Asst Lecco e Marco Bosio Asst Niguarda. Presenti alla conferenza di presentazione anche l’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, l’Assessore allo Sport e giovani Martina Cambiaghi, la Presidente del Parco Valle Lambro Eleonora Frigerio, l’Onorevole Paolo Grimoldi, segretario regionale della Lega, Vinicio Peluffo, segretario regionale del Pd e molti sindaci brianzoli.

“Grazie a Cancro Primo Aiuto e a Flavio Ferrari, si rinnovano come ogni anno le esigenze dei pazienti e grazie anche agli imprenditori siamo in grado di lavorare costantemente con una finalità sociale che non ha eguali – ha aggiunto Fabrizio Sala che ha poi ribadito lo spirito della gente brianzola perchè “l’aspetto culturale del nostro territorio è volto anche all’aspetto sociale. La nostra è una comunità viva che esprime i valori più alti, tramandati dai nostri genitori…

4 COMMENTI

  1. Gentilissimi, non vorrei mettere in dubbio il Vostro buon operato ma credo che ai cittadini saronnesi interessi moltissimo sapere il destino dell’ospedale locale. Nei prossimi mesi nascerà la nuova struttura ospedaliera Busto-Gallarate, a riguardo di Saronno non avete proprio nulla da dire?! Vi ringrazio

    • Vero, verissimo. Ma questa gente dove vive..Si riempiono solo la bocca, e vogliono pure farci credere che la sanità in lombardia sia una eccellenza. All’ospedale di Saronno per una risonanza ci vogliono quasi 100 giorni

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.