Home Cronaca Graffito nel sottopasso con solidarietà all’asilo occupato

Graffito nel sottopasso con solidarietà all’asilo occupato

837
5

SARONNO – “La lotta non si arresta! Solidarietà all’asilo occupato” questo slogan scritto con vernice spray nera nel sottopassaggio di via Primo Maggio racconta la vicinanza degli anarchici saronnesi a quelli torinesi per lo sgombero avvenuto nella giornata di giovedì. La scritta è stata realizzata nella notte tra venerdì e sabato prima del corteo di solidarietà contro lo sgombero dell’Asilo di via Alessandria a Torino realizzato giovedì scorso dalle forze dell’ordine dopo 24 anni di occupazione. Pochi dubbi sulla matrice del graffito che è accompagnato da simboli anarchici.

Negli ultimi giorni sono arrivati sulla pagina del centro sociale cittadino Telos diversi messaggi di sostegno alla realtà dell’Asilo Occupato di Torino così come la condivisione del corteo, contro lo sgombero e gli arresti, realizzato nella giornata di sabato. Durante il corteo non sono mancati i disordini. Il bilancio finale è di 11 manifestanti arrestati, 215 persone identificate, una ventina di agenti contusi, due anarchici feriti e ricoverati in ospedale e decine di chili pietre e razzi sequestrati. Questo il bilancio tracciato dal questore di Torino Francesco Messina, noto in città visto che in passato ha ricoperto lo stesso incarico anche a Varese.

11022019

5 Commenti

  1. Tutti all’asilo questi figli di papà, la materna è fin troppo per le loro capacità intellettive.

  2. Ma con il nuovo decreto sicurezza gli imbrattamenti non sono puniti a livello penale con multe molto molto salate…. quindi…… e prima non c’era la legge… ma adesso mi pare che di tempo dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale ne sia trascorso…

    • sì ma se non li prendi sul fatto come fai a punirli? non è che si presentano in comune a dichiarare “guarda quel graffito l’ho fatto io…”

      • E nemmeno possono bussare alla rai a dirgli ‘buongiorno, avremmo una cosa da dire al tg’. Ergo… Viva la rivoluzione!

Comments are closed.