LIMBIATE – E’ scattata la denuncia nei confronti del proprietario della Land Rover rossa con targa svizzera che il 30 gennaio scorso ha provocato un incidente a Limbiate dandosi poi alla fuga.

L’incidente era avvenuto sulla Monza-Saronno, all’altezza della rotonda tra via Monte Bianco e via Monte Grappa e a farne le spese era stata la 35enne residente a Lazzate, a cui la Land Rover aveva negato la precedenza al momento dell’immissione nella rotonda. La donna ha riportato una distorsione cervicale guarita in due settimane, ma i soccorsi le sono stati prestati dai passanti, visto che l’auto con targa svizzera responsabile di averla fatta uscire di strada non si è fermata.

Grazie alle telecamere di videosorveglianza posizionate all’ingresso del vicino comune di Solaro, è stato possibile risalire alla targa del veicolo e, di conseguenza, al suo proprietario, un uomo italiano residente a Chiasso. Più volte convocato al comando di piazza Cinque Giornate per una deposizione, l’uomo non si è mai presentato e ha indicato una seconda persona come ipotetico responsabile, in quanto – a suo dire – alla guida della Land Rover nella mattinata del 30 gennaio scorso. Neppure quest’ultima persona chiamata in causa però ha mai varcato la soglia del comando limbiatese, nonostante avesse concordato un paio di rinvii dell’appuntamento.

A questo punto, l’indagine della polizia locale di Limbiate può considerarsi chiusa: come previsto dal codice della strada, ad essere denunciato per omissione di soccorso è il proprietario del veicolo.

20022019

(nella foto: l’auto coinvolta nell’incidente del 30 gennaio)