SARONNO – Non è passato inosservato, ai passanti, la presenza di carabinieri e polizia di Stato, c’erano anche due furgoni, attornio allo storico Palazzo Visconti, nel pomeriggio di sabato, ed in tanti si sono chiesti il motivo della presenza di tale servizio d’ordine: in calendario, dalle 15, c’era un “presidio antifascista” annunciato da vari gruppi locali e “supportato” anche dagli anarchici del centro sociale Telos, ma che in realtà poi non c’è stato. Sul posto, infatti, non si è presentato nessuno e sul web è stato annunciato lo “spostamento di location”.

Il maltempo in arrivo, con un cielo nerissimo e che annunciava pioggia (anche se in realtà poi il tempo ha “tenuto”, ha spinto gli organizzatori a spostare l’evento alla Casa del partigiano di via Maestri del lavoro, anche per evitare che i pannelli della mostra sull’antifascismo, che avrebbero voluto collocare in strada, in via Tommaseo, altrimenti avrebbero rischiato di rovinarsi.

(foto archivio: uno degli ingresso dello storico Palazzo Visconti di Saronno)

26052019

2 Commenti

  1. Il meteo ha risolto egregiamente il problema delle manifestazioni pubbliche non autorizzate.
    Quest’ultimo è un piccolo particolare omesso nell’articolo, o sbaglio?
    Saluti

Comments are closed.