ROVELLO PORRO – Prosegue l’impegno della prefettura di Como per garantire la sicurezza nel territorio lariano con una attività straordinaria di controllo, che si è sviluppata nei giorni scorsi. Si tratta di un progetto della durata di 36 settimane avviato lo scorso novembre e che coinvolge tutte le forze dell’ordine, dai carabinieri alla polizia di Stato, dalla Guardia di finanza alle polizie locali.

Stavolta ha interessato anche i comuni limitrofi al Saronnese, da Rovello Porro a Turate, da Lomazzo a Rovellasca, con particolare attenzione al contrasto della prostituzione e della presenza di immigrati irregolari. Sono stati allestiti una ottantina di posti di blocco. A finire nei guai 11 persone, che hanno ricevuto il provvedimento di espulsione; due mediante accompagnamento ai centri di identificazione, nove con ordine di abbandonare il territorio italiano entro una settimana. Ci sono stati controlli anche in sei esercizi pubblici ed in tali frangenti sono state identificate trenta persone.

(foto archivio)

21072019