SARONNO / CERIANO LAGHETTO / SOLARO – Proseguono i controlli antidroga nelle zone boschive ai confini del Saronnese, a finire nelle rete negli ultimi giorni anche una insospettabile mamma di 28 anni, fermata dopo un inseguimento. Sul sedile dietro della sua utilitaria c’era la figlia di 8 anni.

La ragazza – residente in Brianza – è stata intercettata, attorno alle 15, da una pattuglia dei carabinieri di Limbiate, alla periferia di Ceriano Laghetto, in una zona dove spesso si appostano gli spacciatori. All’alt, ha provato a dileguarsi raggiungendo la Saronno-Monza dove è stata infine costretta ad accostare. La donna è stata trovata in possesso di una dose di hascisc. Nel veicolo, sul sedile passeggero, c’era anche un marocchino di 19 anni, al quale è stato consegnato il figlio di via. Per la mamma, invece, è arrivata una denuncia a piede libero per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, visto che non si era fermata all’alt; ed è stata segnalata alla prefettura per il possesso dello stupefacente.

(foto archivio)

21102019

12 Commenti

  1. Noi a Solaro grazie alla nuova giunta abbiamo risolto il problema grazie alla multa di 500 euro ai possessori di stupefacenti!
    Ancora grazie!

  2. sarebbe il foglio di via, non il figlio, ma in ogni caso sappiamo tutti che resterà nel paese dei balocchi.

Comments are closed.