Home Cronaca Centopercento animalisti contro il palio degli asini di Gallarate

Centopercento animalisti contro il palio degli asini di Gallarate

193
4

SARONNO – GALLARATE – L’associazione saronnese  100% animalisti scende in campo a Gallarate dove oggi inizia la “festa della Rama di Pomm”: “Una splendida festa, niente da dire, che coinvolge tutti i cittadini di qualsiasi età, quindi una bellissima  iniziativa, ma… domenica 17 novembre è previsto il palio degli asini” spiegano gli attivisti.

“A giudicare dai filmati delle precedenti edizioni – continuano gli animalisti – ci sono parecchie cose che non vanno bene, sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista del maltrattamento ai poveri asini. Siamo venuti a conoscenza di questa ennesima manifestazione di sfruttamento degli animali solo nei giorni scorsi, quindi abbiamo allertato i nostri legali. Poveri asini che verranno costretti a correre tra le urla del pubblico presente e terrorizzati dalla situazione che si verrà a creare”. E così si sono attivati: “Il responsabile del nostro movimento ha mandato una pec al sindaco di Gallarate e per conoscenza alla polizia locale.

Solo per essere montati sul dorso per gli asini equivale a maltrattamento e il sindaco rischia una denuncia, se dopo la procedura per autorizzare la corsa non è in conformità con la legge in vigore, invitiamo il sindaco ad annullarla, che sarebbe  sempre la cosa migliore”

Ecco il testo integrale

Il sottoscritto Paolo Mocavero, in qualità di responsabile del Movimento Centopercentoanimalisti, con la presente volevo informarla che dopo aver visionato i filmati e foto del “palio degli Asini” delle scorse edizioni inserito nel palinsesto della “festa della Rama di Pomm” che  si svolgerà a Gallarate (Varese) da oggi venerdì 8 a domenica 17 novembre, ho notato parecchie violazioni dell’ordinanza Ministeriale sulle manifestazioni di Equidi

Nel campo sportivo dove corrono gli Asini non ho visto ripari per il pubblico e per l’incolumità degli Animali stessi, nessun terriccio sul terreno, ma soprattutto gli Asini vengono montati sul dorso (non in groppa), quindi si ravvisa il reato di maltrattamento degli Animali, essendo l’Asino debole sul dorso, il peso dei fantini potrebbe recare danni fisici permanenti ai  poveri Animali.

La presente è solo per informarla che non esiterò a sporgere denuncia se anche quest’anno si ripeteranno le palesi infrazioni degli anni precedenti. Infine come cittadino desidererei visionare entro i 30 giorni dal ricevimento della seguente Pec la documentazione della commissione comunale o provinciale integrata dal veterinario Asl competente e tecnico Fise (federazione Italiana sport equestri). Documentazioni previste dalla legge.

In attesa di un suo gradito riscontro la saluto cordialmente

Paolo Mocavero

responsabile Movimento Centopercentoanimalisti

4 Commenti

  1. ma si vuole lasciare in pace gli asini? se poi li si tratta come descritto vuol dire che gli asini siamo noi. Senza voler offendere i veri asini che sono ben piú intelligenti di quel che si pensa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.