SARONNO / CERIANO LAGHETTO – A comprare la droga, in tempi di Coronavirus, ci si va con la mascherina: è quanto successo sui treni della Saronno-Seregno di Trenord diretti alla stazione di Ceriano-Solaro dove da ogni convoglio scendono decine di giovani e meno giovani diretti nei vicini boschi delle Groane per rifornirsi nelle “piazze di spaccio”.

Ad attenderli sulla banchina, per cercare di svolgere opera di controllo e sensibilizzazione, assieme alle forze dlel’ordine anche il sindaco cerianese Roberto Crippa ed il vicesindaco Dante Cattaneo: “Pensavo di averne viste di ogni, ma oggi ho visto i tossici scendere dai treni della S9 con la mascherina” il commento di Cattaneo. Che assieme agli altri esponenti dell’Amministrazione civica di Ceriano Laghetto è da tempo impegnato in una battaglia contro lo spaccio nei boschi della zona e per la sicurezza della ferroviaria fra Saronno e la Brianza.

(foto: controlli sulla banchina della stazione di Ceriano-Solaro della linea ferroviaria Saronno-Seregno)

26022020

15 Commenti

  1. per forza dopo la circolare del sindaco Fagioli e i possibili 1200 morti a Saronno, oltre che tossici ecc. si sono fatti prendere dal panico anche cani e gatti randagi….

  2. Anch’io l’avevo notato, Dante sei la nostra ultima spiaggia.
    Grazie per quello che fai ma con un governo che non chiude i porti neanche in questa situazione drammatica, io sto perdendo ogni speranza

  3. Ma signor vice sindaco al posto di essere sempre a fare foto alla stazione di Ceriano perché non pensa a fare anche qualcos’altro per la sua città????

  4. Ma pensare a fare qualcos’altro per il suo paese al posto di essere sempre alla stazione a fare foto cosa ne dice????

  5. Signor Dante .. non è che se qualcuno fa uso di droghe..vuol dire che è stupido o che per forza deve morire.. magari è gente che fa solo male a se stesso.. sicuramente c’è gente che non si droga e fa peggio

    • Lo sanno tutti le droghe non fanno male….
      Parafrasando Totò….ma mi faccia il piacere

Comments are closed.