Home Cronaca Coronavirus, cassonetto incendiato all’alba. Secondo raid alle porte del centro storico

Coronavirus, cassonetto incendiato all’alba. Secondo raid alle porte del centro storico

649
5

SARONNO – Secondo raid con incendio di rifiuti all’alba: sabato mattina un cassonetto è stato incendiato in via Padre Reina a pochi passi dal centro storico.

Tutto è iniziato venerdì mattina quando in via Fratelli Cervi hanno preso servizio gli operatori di Econord ed Amsa per la consueta raccolta differenziata. Appena entrati nell’arteria cuore del popoloso quartiere al confine con Origgio gli operatori sono stati attirati da un bagliore. Sono corsi a vedere ed hanno trovato alcuni cassonetti in fiamme. Hanno iniziato a spegnere l’incendio presto raggiunti dai pompieri che erano stati chiamati pochi minuti prima per un analogo incendio in via Avogadro altra direttrice del rione a distanza pedonale dal luogo del primo incendio.

Poco minuti dopo le fiamme erano anche in via Varese alle porte del Matteotti. A bruciare qui non era un cassonetto della raccolta differenziata da un cestino. In tutti e tre i casi gli operatori hanno provveduto a rimuovere i rifiuti bruciati e a ripulire asfalto e marciapiedi da ogni resto carbonizzato.

Ieri mattina la sorpresa con un nuovo incendio. Anche in questo caso tempestivo intervento degli operatori ecologici che armati della lancia che usano per pulire le strade hanno provveduto a spegnere le fiamme. I rifiuti usciti dal cassonetto completamente sciolto sono stati raccolti e smaltiti. L’assessorato all’Ambiente se è arrivato per fornire nuovo cassonetti ai condomini rimasti sguarniti.

05042020

5 Commenti

  1. A Saronno ci mancava anche la “banda del cassonetto bruciato”.
    C’è proprio gente che non ha un “c…o” da fare…..

  2. E per fortuna che c’è poca gente in giro…. stando ai volantini obbiettivo sicurezza raggiunto

  3. Un demenziale divertimento che deve essere circoscritto e sanzionato, utilizzando gli strumenti tecnologici in possesso della Polizia Locale (droni, telecamere, controlli mirati) per individuare gli inutili idioti che credono sia tutto un gioco come nella play station.

Comments are closed.