CARONNO PERTUSELLA – “A metà febbraio, all’inizio della pandemia, ci ha lasciati il nostro amatissimo presidente Augusto Reina: è stato un periodo, quello successivo, veramente difficile per i nostri colori. Ora la Caronnese è pronta a ripartire con un progetto sportivo che sarà sviluppato avendo alla base quei valori fondanti che il presidente Reina nel corso di questi anni ha permeato all’interno della società: la sportività, insita nel gioco del calcio, lo sport preferito dagli italiani; l’importanza del divertimento, capace di fare gruppo e unità d’intenti e infine il risultato, un obiettivo che per una società sportiva rappresenta sempre un importante e determinante punto di riferimento della propria attività”. Inizia così un comunicato del club calcistico di Caronno Pertusella, che ha iniziato a programmare la prossima stagione.

“Già in questi giorni ci stiamo attivando proattivamente per mettere tutte le pedine al posto giusto – spiega Giuseppe Pirola, vice presidente del sodalizio rossoblù, che continua – Abbiamo iniziato in questi giorni il lavoro di programmazione dall’alto verso il basso, coinvolgendo i direttori tecnici di tutte le aree sportive, dalla prima squadra a tutto il settore giovanile agonistico e di base, che nei prossimi giorni saranno in grado di raccontare tutte le novità che insieme stiamo preparando, frutto di un effervescente e brillante lavoro di gruppo”. Nelle prossime settimane con tempi già settati tutte le aree della Caronnese torneranno in azione: “Tutti coloro che sposeranno il nostro progetto saranno coinvolti in molteplici attività a cui stiamo pensando”, conclude Pirola.

La Caronnese dunque è viva, riparte con la volontà di fare bene e di mantenere la sua identità di società costruita in tanti anni. Mai come oggi rimane attualissima la missione della Caronnese che il presidente Reina aveva indicato come monito per tutti: “La nostra società continuerà ad essere un importante punto di riferimento per la Lombardia e non solo, sia come prima squadra che di settore giovanile: ognuno di noi si dovrà mobilitare affinchè la nostra anima societaria e la nostra funzione sociale siano sempre più solide in un periodo in cui tante certezze sono totalmente scomparse”. Questa è la strada che intraprenderà la Caronnese, che già nei prossimi giorni sarà pronta per raccontare un nuovo percorso della sua gloriosa storia.

Marco Gentile

26062020