SARONNO – Il primo maxi schermo a riaccendersi dopo il lockdown in provincia di Varese è stato quello di Saronno. Il cinema Silvio Pellico e Prealpi sono ancora chiusi ma da una collaborazione con la società che li gestisce e l’Amministrazione è arrivata la rassegna “Cinema sotto le stelle” che ha riacceso luci e proiettori sabato sera. Per la prima volta dal 23 febbraio. Saronno è tra le 53 italiane ad aver “fatto rivivere” la settima arte e il risultato è stato ottimo se si pensa che che si è classificata undicesima a livello nazionale per le presenze. Ed effettivamente sabato sera in Casa Morandi si percepiva una grande emozione.

“Saronno ha una grande tradizione di cinema – ha esordito il presidente onorario Laura Succi – mi ricordo da bimba che lo andavo a vedere in via Pusterla. Abbiamo pensato ad un programma con film usciti nel corso dell’anno, alcune pellicole nuove e alcune grandi produzioni come “Pinocchio” e “Jojo Rabbit”. Ci saranno anche delle proposte per i più piccoli come Maleficient e Cenerentola. “Abbiamo definito solo programma delle prime settimane – continua Vittorio Mastrorilli della Mastercinema – in modo da poter dar spazio a nuove uscite e magari ad eventi culturali”. “E’ la prima proposta culturale a ripartire – ha spiegato l’assessore alla Cultura Miglino – e vogliamo che sia anche un’occasione per tornare a vivere la città e anche per dare un momento di svago, divertimento ed approfondimento a chi resta in città per il periodo estivo”.

25062020

1 commento

  1. Un ringraziamento dovuto all’Amministrazione ed alla Società che gestisce “Cinema sotto le stelle”.

    Strano che quando c’é qualcosa di positivo i leoni da tastiera se ne stiano zitti, ah già dimenticavo
    é più facile criticare.

Comments are closed.