LIMBIATE – Sembra proprio che l’amministrazione comunale limbiatese abbia trovato una soluzione condivisa anche con la direzione didattica e le famiglie per il trasferimento temporaneo dell’Anna Frank a Mombello, nella palazzina ex Desanctis già sede di scuola superiore prima e professionale poi.

Si sono conclusi nel fine settimana i sopralluoghi che il sindaco Antonio Romeo ha effettuato con il dirigente scolastico, le insegnanti e i genitori dei bambini del quartiere San Francesco, costretti a migrare negli ultimi anni in varie scuole in attesa della realizzazione del nuovo plesso in via Torino. E pare proprio che tutti i soggetti chiamati in causa abbiano accolto con favore la proposta.

Anche a causa dell’emergenza sanitaria e dei protocolli di distanziamento che potrebbero essere imposti a settembre, l’amministrazione ha cercato un’alternativa idonea per le nove o dieci classi dell’Anna Frank che non potevano più essere divise tra i plessi di Cervi e Marconi, anch’essi saturi. L’edificio che si trova in via Montegrappa, immerso nel verde e adiacente alla caserma dei carabinieri, e che il comune ha ricevuto lo scorso anno in comodato d’uso gratuito dalla Provincia di Monza e Brianza, potrà essere adeguato nei dettagli alle esigenze della scuola, con la tinteggiatura delle pareti, la sistemazione dei servizi igienici e l’acquisto di arredamento colorato e funzionale. Le classi saranno sistemate come indicato dalle insegnanti, così che i bambini abbiano spazi adeguati e aule di supporto per attività da svolgere in gruppi più piccoli.

07072020