SARONNO – “Nessuna indignazione, siamo fieri di essere remigini e inesperti di un modo di fare politica
molto lontano dal nostro modo di pensare e agire per il bene dei cittadini, e volutamente
ignoreremo i modelli di “esperti” che sono stati molto bravi a fermare lo sviluppo della città
negli ultimi venti anni perché impegnati in altre questioni”.

Così Obiettivo Saronno risponde al M5s in merito alla querelle sulla petizione dell’ospedale. Alcune dinamiche politiche ci sono fin troppo chiare e anche per questo LA lista civica indipendente Obiettivo Saronno è nata, come Associazione politico culturale, più di un anno fa e nella testa dei suoi fondatori
più di due anni orsono.

I CITTADINI PARTECIPANO CON AFFETTO ALLA NOSTRA PETIZIONE
“La salvaguardia del nostro Ospedale cittadino – lo scrivo volutamente con la O maiuscola per sottolineare l’importanza che merita – è un tema che ci sta particolarmente a cuore, da tempo: all’inizio di maggio abbiamo accolto con umiltà l’appello accorato di una parte del personale sanitario senza voltarci dall’altra parte – a differenza di altri – abbiamo organizzato a giugno la petizione di sensibilizzazione con la raccolta firme aperta a tutti – e dico tutti – i cittadini di Saronno e dei paesi limitrofi. I cittadini hanno capito il significato di questa iniziativa e stanno partecipando con convinzione e affetto, perché l’Ospedale è un bene primario.

NON C’E’ NESSUN LOGO SUI FOGLI DELLA RACCOLTA FIRME
È deprimente solo il pensiero che tutto ciò sia stato fatto ai fini della campagna elettorale: gli “esperti” della politica stanno vivendo la petizione in questo modo e, a riprova di ciò, il fatto che non abbiamo ancora avuto il piacere di vedere le firme di qualche esponente sui fogli che abbiamo con fatica, ma con il grande orgoglio dei dilettanti, preparato. Questi fogli firma non riportano alcun logo o riferimento alla lista civica Obiettivo Saronno come invece dichiarato a lettere cubitali dal candidato del Movimento: del resto non avendo firmato non può saperlo. L’invito a firmare, per tutti, è ancora valido perché la nostra petizione continuerà fino a quando non avremo raccolto un numero di firme significativo, affinché l’iniziativa abbia il peso che meriti. Ricordiamo che, al termine della raccolta, gli incartamenti saranno a disposizione del Sindaco o della Sindaca in carica dal 5 ottobre per procedere con le istituzioni competenti, ASST Valle
Olona e Regione Lombardia.

SORPRESI DA PETIZIONE PARALLELA
Il nostro stupore rimane sulla scelta dell’avversario politico di organizzare una petizione parallela a quella già attiva sul territorio, per di più, come dichiarato dallo stesso candidato, con il medesimo contenuto. Questa è una mossa tipica degli “esperti”, lontana anni luce dal nostro modo di fare. E così da “inesperti” vi domandiamo: perché non firmate la petizione attiva da giugno? Perché avete organizzato una seconda petizione parallela a quella gestita da Obiettivo Saronno? Perché non avete pensato di dialogare con Obiettivo Saronno per unire le forze su un tema super partes, per proporre la petizione online come ulteriore modalità di partecipazione a quella già in essere?

9 Commenti

  1. Ma invece di chiedere perché gli altri non firmano la sua, perché lei non si fa vedere superiore e firma quella degli altri?
    È ridicolo continuare a chiedere una firma e poi essere la prima a non darla.

    • Ma davvero state dando la colpa degli ultimi 20 anni al M5S? Siete seri? Sono gli unici che non hanno amministrato Saronno, a differenza degli altri 3 che sono minestre riscaldate.

  2. Rinfacciare ai M5S gli ultimi 20 anni di Saronno è davvero incredibile. Comunque, a parte questo, con oggi OS ha fatto l’en plein: ha litigato con tutti gli altri 4 candidati. Domanda: se arrivano al ballottaggio a chi pensano di chiedere il voto ? O credono di vincere al primo turno ?

  3. I chiarimenti chiesti da OS trovano già risposta nel contenuto del cs del M5S, conferma questa che si può andare orgogliosi della propria inesperienza, ma saper interpretare un comunicato è il minimo sindacale, figuriamoci amministrare un Comune. Parlare di 20 anni di cattiva politica rivolgendosi al M5S che non era ancora nato ai tempi, chiude il cerchio del dibattito. Dilettanti si…..ma allo sbaraglio è troppo.

  4. Asilo Mariuccia da entrambe le parti.
    Speriamo che il Comitato faccia subito una raccolta firme per conto suo che raccolga migliaia di firme in pochi giorni almeno finirà questo pollaio.

  5. Signora dire il solito eccesso di supponenza che vi contraddistingue.
    Fate vanto no alleanze ecc, bene prenderete una percentuale di voti che non servira’ a nulla, ci continuerete a dire che siete puri, unici, sapete tutto, siete bravissimi (solo voi naturalmente), ma sarete inutili.

  6. Fieri di essere inesperti .
    Un’affermazione che farà cambiare idea a tanti fra i già modesti potenziali elettori di OS.
    Li abbiamo visti all’opera gli inesperti, quelli che si consideravano i più bravi di tutti, i più onesti, i più puri, quelli che non si mischiavano con la vecchia politica.
    Ci penseranno gli elettori a salvare Saronno da un simile tragico destino

Comments are closed.