SARONNO / LIMBIATE / TRADATE / BUSTO ARSIZIO / VARESE / GALLARATE – Notevole aumento dei casi positivi di coronavirus a Busto Arsizio, incrementi consistenti anche negli altri centri maggiori del Varesotto da Saronno a Gallarate, da Busto Arsizio a Tradate. Rallentamento nelle Groane. I dati sono del tardo pomeriggio di ieri.

Ecco il quadro dei contagiati dall’inizio della pandemia, tra parentesi il numero dell’altro ieri:

Saronno: 1.901 (1.808)

Caronno Pertusella: 931 (906)

Origgio: 462 (437)

Cislago: 619 (589)

Gerenzano 633 (596)

Tradate: 860 (828)

Varese: 3.139 (3.009)

Busto Arsizio 3.702 (3.456)

Gallarate 2.380 (2.220)

Laveno Mombello 495 (489)

Malnate 895 (873)

Coquio Trevisago 300 (289)

Somma Lombardo 697 (659)

Vedano Olona 406 (401)

Nel Comasco:

Turate 475 (463)

Mozzate 437 (426)

Lomazzo 393 (379)

In Brianza:

Limbiate 2.100 (2.071)

Cesano Maderno 1.875 (1.836)

Barlassina 348 (343)

Cogliate 500 (492)

Ceriano Laghetto 347 (342)

Lazzate 408 (399)

Misinto 283 (279)

Monza 5.496 (5.403)

Desio 2.099 (2.053)

Seregno 2.076 (2.038)

Lissone 2.142 (2.083)

Brugherio 1.591 (1.560)

Giussano 1.318 (1.294)

In Lombardia i tamponi effettuati negli ospedali lombardi ieri sono stati 44.294 e 8.853 i nuovi positivi (19,9%). I guariti/dimessi sono 5.640

Sono stati quasi novemila i contagi registrati in Lombardia. E’ ancora la provincia di Milano a presentarsi come la più colpita, con 3.232 casi positivi rinvenuti oggi – di cui 1.144 localizzati nella città capoluogo. Numeri a quattro cifre anche per Varese: quasi 2.000 casi nella provincia, uno dei numeri più alti registrati. Alti anche i numeri delle province di Monza e Brianza e del Comasco, che rispettivamente registrano 758 e 655 nuovi casi.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto: una veduta di questa mattina del centro di Saronno)

21112020

3 Commenti

  1. Aspetto con ansia quello che strilla A I R O L D I e spara la baggianata, chissà se ci da qualche consiglio magari attingendo dalle giunte leghiste di Busto o Monza (situazione drammatica).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.