SARONNO – Nuovo presidente per la Focris: l’Amministrazione ha nominato come presidente del cda della casa di riposo intercomunale Tommaso Mascarello noto in città per il suo impegno in iniziative di solidarietà durante l’emergenza Covid e candidato di Obiettivo Saronno.

Del nuovo cda della Focris si era parlato a metà dicembre quando l’Amministrazione aveva reso noto la nomina, in qualità di membri del consiglio di amministrazione di Stefano Barcellini, Cesare Cenedese, Ferdinando Cortese e Roberto Spreafico. A Cristiana Dho era stata conferita la delega di presidente del nuovo cda.

In realtà già al primo cda della casa di riposo di via Volpi ha partecipato il sindaco Augusto Airoldi perchè è emersa l’incompatibilità tra la carica di consigliere comunale e quella di presidente della fondazione prevista da una norma di carattere nazionale.

Così l’Amministrazione ha nominato un nuovo presidente Tommaso Mascarello noto per la sua attività con il gruppo Moss e candidato con Obiettivo Saronno all’ultima tornata elettorale.

19 Commenti

  1. AIROLDI!!!
    … ma come si fa! Prima di fare nomine per compiacere gli alleati, almeno fare una verifica che la nominata fosse compatibile con la carica promessa era chiedere troppo?
    Quanta incompetenza sta cominciando ad emergere da questa amministrazione mal messa insieme solo per fare uno sgarbo politico al centro destra.
    Di questo passo, ne vedremo delle belle, fino alla sua impostore come è successo con il governo Conte, Conte bis, Conte ter. Speriamo che non ci sia un Airoldi bis!

    • Prima di fare inutili boutade consigli di andare al leggere lo statuto della FOCRIS (facilmente reperibile in rete http://www.focris.it/doc/STATUTO.pdf). All’articolo 9 si legge: “Il presidente è il Sindaco di Saronno o un suo delegato (possibilmente scelto tra i consiglieri comunali in carica)…”.
      Il Sindaco in attuazione dello statuto a nominato un Consigliere Comunale, in seconda battuta gli uffici preposti (il segretario comunale, immagino) ha individuato l’incompatibilità con le leggi vigenti e vi si è posto rimedio.
      Tutto qui!

  2. Trasparenza, trasparenza… E il primo atto che fanno è viziato da una palese incompatibilità proprio per una chiara mancanza di trasparenza…

  3. Uno “scivolino” che si poteva evitare. Possibile che nessuno sapesse di qs incompatibilità…

  4. Aiuto neanche la nomina di un presidente riescono a fare
    SIAMO PROPRIO MESSI BENE 😨

  5. Penso che il nome di battesimo più diffuso tra i leghisti sia ANONIMO.
    Complimenti per la serietà.

  6. Ecco perché Saronno è immobile.. Questi politici non sanno nulla di amministrazione comunale. Povera Saronno.

Comments are closed.