SOLARO – “È stato trasmesso a tutti i consiglieri comunali di Solaro, e si intende darne pubblica visibilità in pieno rispetto dei valori di trasparenza da sempre sostenuti da questa Amministrazione comunale, l’esito della verifica istruttoria della Corte dei Conti sui bilanci consuntivi dell’ente per gli anni 2016, 2017 e 2018. Il controllo sui rendiconti finanziari è avvenuto con selezione dell’ente a campione. Nel documento la Corte dei Conti elenca degli aspetti di natura tecnica, derivati dai principi di contabilità potenziata entrati in vigore dal 2015, da sottoporre a verifica e adeguamento contabile”. Lo scrive, in una nota, l’ente locale.

Nello specifico: si richiede l’inserimento del fondo crediti di dubbia esigibilità, entrate per le quali non è certa la riscossione integrale, sia in fase di assestamento di bilancio previsionale, come è stato fatto sino ad ora, sia in fase di consuntivo; a seguito di ritardi evidenziati unicamente per l’anno 2017 (nel 2016 e nel 2018 il Comune è risultato un ente virtuoso in questo capitolo), si richiede di monitorare la tempestività dei pagamenti dell’ente nei confronti dei creditori e di verificare la corretta compilazione dei dati da parte dei soggetti preposti. Un procedimento già ampiamente avviato e rispettato nel corso degli anni; si richiede di creare un apposito fondo di accantonamento a partire dal bilancio 2021 per l’indennità di fine mandato prevista dalla legge per il sindaco, in passato solitamente accantonata in conto residui.

Rilevano il sindaco di Solaro, Nilde Moretti, e Alessandro Ranieri, vicesindaco e assessore al Bilancio: “Dopo aver recepito e analizzato le indicazioni di natura tecnica contenute nella delibera, gli uffici preposti ed il revisore dei conti incaricato per il Comune di Solaro sono già impegnati nel lavoro di verifica e all’adeguamento contabile richiesto dalla Corte dei Conti. Al fine di mettere in luce gli aspetti più importanti, in totale serenità e massima trasparenza, abbiamo programmato una commissione Servizi Interni subito dopo le festività pasquali, durante la quale i tecnici potranno relazionare puntualmente sugli aspetti segnalati e spiegare con chiarezza ai consiglieri comunali ed ai cittadini le modalità di risoluzione attivate. Avendo 60 giorni di tempo per la presa d’atto della delibera della Corte dei Conti in consiglio comunale, si andrà dunque a presentare il tutto in una seduta consigliare da programmare indicativamente alla fine aprile. Trattandosi di indicazioni di natura tecnica, non vi è alcun dubbio sulla prosecuzione del percorso di programmazione politica nel rispetto delle evidenze rilevate dai giudici contabili”.

(foto: il Comune di Solaro)

24032021