SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di Fiab Varese Ciclocittà in merito alla segnalazione al Prefetto effettuata dalla Lega e al successivo botta e risposta con l’assessore alla Mobilità Franco Casali.

Con riferimento alle notizie apparse sulla stampa il 25.03.2021 circa l’interpellanza al Prefetto da parte della Lega Lombarda di Saronno per l’adesione all’iniziativa Comuni Ciclabili da parte della Giunta Comunale di Saronno, la scrivente Associazione di Promozione Sociale Fiab Varese Ciclocittà, fondata nel 1988 ed avente sede legale in Varese, via Rainoldi 14, precisa quanto segue:

• la nostra associazione ha promosso sin dall’anno 2017 l’adesione all’iniziativa “Comuni Ciclabili presso diverse Amministrazioni Comunali della provincia di Varese, a prescindere dalla natura politica della maggioranza che le esprime, perché ritiene che tale iniziativa sia in linea con l’interesse pubblico prevalente riguardo ai temi della sicurezza e della mobilità sostenibile, e sia in grado di mettere a disposizione delle amministrazioni le migliori competenze e le buone pratiche esistenti a livello nazionale ed internazionale in tema di ciclabilità e, in genere, di mobilità sostenibile;

• quanto precede é stato già fatto da altre 160 associazioni Fiab di altre città italiane, ottenendo a livello nazionale l’adesione in tre anni di 136 comuni in 19 regioni, tra i quali 28 capoluoghi di provincia e 2 città metropolitane;

• abbiamo pertanto apprezzato la delibera della Giunta Comunale di Saronno del 11.03.2021 e le motivazioni fornite dall’assessore Franco Casali, il quale ha maturato parte delle sue competenze e sensibilità come socio e attivista di Fiab: di questo siamo ben lieti e siamo convinti che possa utilizzarle al meglio nello svolgimento del suo incarico pubblico per il bene dei cittadini di Saronno;

•Fiab Varese Ciclocittà è una Aps iscritta all’apposito registro provinciale, aderisce alla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta Onlus (la quale è titolare della iniziativa ComuniCiclabili) ed è al suo interno articolata in sezioni locali, tra le quali quella di Saronno; non ha ricevuto, né riceverà alcun compenso economico per l’adesione del Comune di Saronno all’iniziativa Comuni Ciclabili.

Auspichiamo vivamente che l’adesione a “Comuni Ciclabili” del Comune di Saronno sia seguita da altri Comuni della nostra Provincia.

(foto un iniziativa Fiab a Saronno)

7 Commenti

  1. Sempre più imbarazzante. Anche la FIAB conferma che l’assessore è socio. Cosa dirà il Prefetto? Non credo sia illegale aver partecipato alla votazione della delibera di giunta, ma è sicuramente imbarazzante. La reazione stizzita dell’assessore lo prova.

    • Il termine analfabetismo funzionale, o illetteratismo, indica l’incapacità di usare in modo efficace le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana; si traduce quindi in pratica nell’incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni incontrabili nell’attuale società.

    • Di imbarazzantevcibsono solo questi inutili attacchi. Sopra c’è scritto che attività iniziata nel 2017

  2. Ma questi hanno capito quale era l’oggetto della richiesta al prefetto?
    Da quanto comunicato pare proprio di no.
    Non era in discussione la bontà del progetto quanto il dovere ad astenersi alla votazione in presenza di un probabile conflitto di interessi, a prescindere dal progetto e a chi vadano i 1500euro spesi.

    • Questi sono quelli che hanno stravinto le elezioni e che rappresentano la maggioranza dei saronnesi. Gli altri sono quelli che anche ad atteggiamenti come questi hanno perso elezioni già vinte

      • In realtà non hanno stravinto, hanno vinto al ballottaggio. In ogni caso le regole le devono rispettare 🙂

Comments are closed.