GROANE – Salgono ad oltre 50 i numeri dei nuovi positivi rilevati nelle Groane nelle ultime 24 ore. A vedere incrementi sono le località di Limbiate, Cesano Maderno, Cogliate e Lazzate. Doppia cifra per Limbiate e Cesano Maderno, che segnalano un aumento di rispettivamente +18 e +27. Meglio, invece, Cogliate (+4) e Lazzate (+3).

Ecco i numeri dei contagi rilevati da inizio pandemia (tra parentesi i dati di ieri per un confronto):

Limbiate 3.207 (3.189)

Cesano Maderno 3.552 (3.525)

Cogliate 766 (762)

Lazzate 683 (680)

Monza 10.074 (10.027)

Desio 3.731 (3.712)

Seregno 3.578 (3.572)

Lissone 3.838 (3.812)

Brugherio 3.018 (3.010)

Giussano 2.243 (2.238)

I dati odierni di Regione Lombardia indicano complessivamente +852 nuovi casi positivi al coronavirus nella zona. Nel Varesotto il dato cala notevolmente rispetto alla media dei giorni scorsi, +164; nel Comasco +299 ed in Brianza +389.

Diminuiscono per il secondo giorno consecutivo i ricoverati in terapia intensiva (-3) e nei reparti (-120). A fronte di 57.421 tamponi effettuati, sono 3.941 i nuovi positivi (6.8 per cento dei tamponi eseguiti; ieri 7.6 per cento). I guariti e dimessi sono 3.221. In Lombardia oggi sono stati registrati +97 decessi (ieri erano stati 127).


Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale. Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera. Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato. In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

Per informazioni generali sul Covid chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

02042021