Riaperture: al cinema Pellico l’evento speciale Nomadland e poi… il cinema sotto le stelle

455
1

SARONNO – Ieri con la Lombardia in zona gialla è stata data la possibilità di riaprire anche i cinema. Una luce in fondo al tunnel ma certo non una strada così facilmente praticamente. L’ha spiegato a ilSaronno (in quest’intervista registrata domenica 25 aprile alle 17) Vittorio Mastrorilli numero uno della Mastercinema società che gestisce i cinema Pellico e Prealpi.

“La voglia di ripartire è tanta – spiega il saronnese – ma i problemi non mancano. C’è il tema del coprifuoco che costringe a rivedere l’orario di avvio degli spettacoli ma anche il fatto che i film scarseggiano per effetto di scelte a livello globale anche in attesa di una prossima stagione che si spera posso avere una maggior presenza in sala”. Il maxi schermo e le luci del cinema saronnese per eccellenza si accenderanno comunque questa settimana: “Abbiamo deciso di dare un segnale forte alla città, a chi ama il cinema: noi ci siamo in sicurezza e con tutte le emozioni che caratterizzano il nostro mondo”.

Così si parte con Normaland il film vincitore di 6 Oscar che sarà proposto nella sala di via Pellico giovedì sera a partire dalle 19:50. “Le norme di sicurezza erano già rispettate ad ottobre – continua Mastrorilli – posti dimezzati, igienizzante, mascherine e cura per l’aerazione. Il Pellico è il più grande monosala della provincia di Varese e anche da questo punto di vista siamo assolutamente certi della possibilità di rispettare le distanze di sicurezza”.

E dopo Nomadland? “Siamo pronti a rispondere ad eventuali proposte e spunti – conclude il gestore – tradizionalmente la stagione del Pellico e del Prealpi di concludeva a metà giugno quindi a parte qualche evento speciale stiamo lavorando l’arena estiva, il cinema sotto le stelle come lo chiamano i saronnesi”. La location sarà il cortile di Casa Morandi: “In attesa chissà di poter tornare a casa”. Chiaro il pensiero al progetto di ristrutturazione di Palazzo Visconti. Le proposte? “L’assenza di grandi blockbuster, causata dalla pandemia, ci dà la possibilità di spaziare e di puntare su proposte diverse magari anche pensando agli anniversari e alle ricorrenze di quest’anno non so magari con un omaggio a Nino Manfredi”.

1 commento

Comments are closed.