SARONNO – E’ grande il dispiacere e il dolore di studenti e colleghi di Federica Cosulich, professoressa del Legnani, che si è spenta nella giornata di ieri.
Di origine triestina, Cosulich aveva 56 anni e viveva a Saronno con la famiglia, composta dal marito e quattro figli. Nell’ultimo mese stava combattendo con una grave malattia, rivelatasi purtroppo fatale.
Da anni insegnava latino, italiano e greco, incontrando diverse generazioni di studenti – nell’ultimo anno è stata coordinatrice di una classe prima.

Seguono i ricordi dei colleghi e degli studenti:

Giulio Gervasini, ex studente:

Una notizia che addolora, come solo poche possono fare. Un fulmine che porta via una professoressa straordinaria, con un’umanità e una pazienza fuori dal comune.
Tantissimi ricordi e tantissimi episodi hanno scandito la quarta ginnasio, l’unico anno in cui ho avuto l’onore di averla come professoressa. Molte altri immagini avrei voluto portare via, ma le strade si sono divise perché doveva portare avanti un progetto splendido.
Resta vivido il ricordo di una straordinaria perseveranza, pazienza e amore per la professione.
Ho rivisto la professoressa Cosulich qualche anno fa, quando andai a promuovere il corso arbitri al Legnani. Ritrovai con immensa gioia il suo immancabile sorriso e la sua umanità.

Renato Pasetti, vice preside del Liceo Legnani:

Molti ragazzi l’hanno definita “una seconda mamma”, tutti ricordavano la sua dolcezza. Grande umanità, sempre pronta al sorriso, una presenza discreta. Non voleva apparire, ma, per me, una pietra angolare della mia vita a scuola.

Giulia Ariti, ex studentessa:

Un’ottima insegnante, di una tenerezza incredibile. E’ stata la mia professoressa di latino per due anni: sono indelebili i ricordi della sua preparazione e dell’amore per la professione, la sua sensibilità e dolcezza nei confronti dei suoi studenti.
Indubbiamente una delle personalità che più ha reso il Liceo Legnani un luogo felice a cui tornare.

Le mie più sentite condoglianze alla famiglia, ai figli, a tutti gli altri studenti che, come me, sentono il cuore troppo stretto.

I genitori dell’associazione Amici del Legnani:

L’associazione Amici del Legnani, con i rappresentanti d’istituto, le famiglie e gli studenti si uniscono al cordoglio dell’intero liceo Legnani per la prematura scomparsa della professoressa Federica Cosulich. Ricordiamo la sua sensibilità, la passione per la conoscenza, l’affetto per i suoi studenti e la stima profonda dei colleghi. L’incredulità lascia un posto vuoto in cattedra.
Una preghiera per la famiglia.

Cecilia Colombo, professoressa del liceo Legnani:

Ciao Federica, ti porterò sempre nel mio cuore. 

Patrizia Panella, professoressa del liceo Legnani: 
Esprimo il mio profondo cordoglio per la perdita di Federica, collega stimatissima e di rara gentilezza e umanità.

Silvia Galli, ex studentessa:

Una docente rara, appassionata della materia che insegnava. La Prof.ssa Cosulich è stata mia insegnante di Latino al Liceo Legnani di Saronno ormai 20 anni fa! Mi ha trasmesso l’amore per lo studio e l’insegnamento. Allora me la ricordo ragazzina, che aspettava il suo quarto figlio, orgogliosa della sua famiglia. Mancherà una persona rara come lei. Condoglianze a tutta la famiglia.

 

(in foto: il Liceo Legnani di Saronno)

05042021

 

3 Commenti

  1. Ciao Federica.
    Voglio dirti « grazie » per averti conosciuta. Sei stata una collega eccezionale, sempre dedita ai tuoi allievi, umile, dolce e collaborativa , nonostante gli impegni familiari. Il tuo volto sorridente rimarrà indelebile nella mia mente e nel mio cuore.
    Non ho potuto confortarti come hai fatto tu per la dipartita di mio fratello Giuseppe e durante il mio ricovero.
    Ho pregato Giuseppe di darti quell’abbraccio che ci eravamo ripromesse con gli auguri per il nuovo anno.
    Porgo le più sentite condoglianze al marito e agli amati figli
    Luciana Origlia

  2. Sempre sensibile ,disponibile , paziente anche con la sua ex collega che,addolorata e basita,esprime il suo cordoglio alla famiglia. È stato bello incontrarla: un vero modello vivente.

  3. Ho conosciuto la proff,, avendo lavorato come bidella al liceo, persona bravissima, condoglianze alla famiglia,,
    Pinuccia

Comments are closed.